Barcellona, Laporta: “Superlega ancora viva. Non chiederemo scusa”

joan-laporta

Il progetto della Superlega, che ha provato a stravolgere l’ordine e il potere in tutto il calcio europeo, non è ancora morto. Parola di Joan Laporta, presidente del Barcellona. I blaugrana, così come Real Madrid e Juventus non hanno ufficializzato l’allontanamento dalla nuova organizzazione e, stando alle dichiarazioni del numero uno degli spagnoli ci saranno nuovi sviluppi.

aleksander-ceferin

Le parole del presidente del Barcellona

Intervenuto all’Assemblea dei Soci del Barcellona, Laporta ha tenuto a precisare: “Il progetto della Superlega è ancora vivo. Un tribunale ha stabilito che la UEFA non può intraprendere azioni contro il progetto. Ma la UEFA non se ne è curata e ha iniziato a lanciare minacce e pressioni: i club inglesi hanno abbandonato, seguiti da Atletico, Inter e Milan, preoccupati dalla minaccia di non partecipare alla Champions League. Non chiederemo scusa per la nostra volontà di essere padroni del nostro destino“. E ancora: “Al momento la UEFA non sta appoggiando la Superlega, ma è accaduto lo stesso con l’Eurolega del basket. Dobbiamo prendere delle decisioni. Stavamo lavorando per renderla compatibile con tutte le competizioni: stiamo creando qualcosa di nuovo e vogliamo rendere la competitività più attrattiva, consentendo ai club di mantenersi sostenibili. Ceferin l’ha presa sul personale. Stiamo vivendo una nuova fase, e quando avremo studiato un nuovo formato lo presenteremo in modo che lo possiate approvare“.