Barcellona, Messi ricorda i problemi fiscali: “Volevo lasciare la Spagna”

lionel-messi

Intervistato da RAC 1, Leo Messi torna agli anni in cui la sua immagine venne infangata dai problemi con il fisco spagnolo. Accusato di frode fiscale assieme al padre per un totale di 4,1 milioni di euro, l’argentino valutò nel 2016 di lasciare il Barcellona e la Spagna.

“Le persone non sapevano molto di ciò che accadeva”

“A quel tempo, con il caos che si era creato con la questione del fisco, volevo andare via. Volevo lasciare Barcellona. Ma non per il Barcellona, proprio andare via dalla Spagna. Mi sembrava di essere trattato davvero male e non volevo più rimanere a Barcellona. Nessuno mi ha mai mandato un’offerta per andare in un altro club perché tutti sapevano che volevo rimanere al Barcellona, ma non posso nascondere che è stato molto difficile per me e per la mia famiglia. Le persone non sapevano molto di ciò che accadeva in quel periodo”.

lionel-messi

E poi: “La verità è che è stato difficile per tutto quello che è successo, ma se posso tirare un sospiro di sollievo almeno penso che i miei figli erano ancora troppo piccoli per capire cosa stesse succedendo. Questa è una consolazione per me. Perché sono rimasto? Prima di tutto per me e la mia famiglia. Non volevo cambiare città e perdere gli affetti, i legami con le persone e gli amici. Mi sarebbe dispiaciuto perdere tutto questo se me ne fossi andato”.