Bayern, Lewandowski: “A chi avrei dato il Pallone d’Oro? A me. Firmerò un altro contratto”

robert-lewandowski

Robert Lewandowski torna sul discorso Pallone d’Oro. France Football ha annunciato a luglio che quest’anno il prestigioso premio per il miglior giocatore d’Europa non sarà assegnato, ma l’attaccante del Bayern Monaco non ha dubbi su chi lo avrebbe vinto.

“Inaspettato l’8-2 al Barça”

A chi lo avrei dato? A me stesso. Con il Bayern abbiamo vinto tutto quello che potevamo vincere. In ogni competizione, Bundesliga, Coppa di Germania e Champions League, sono stato il capocannoniere. Con i miei numeri, a chi altro sarebbe dovuto andare il Pallone d’Oro? Ancora oggi non ci credo di aver vinto la Champions. Quando guardo una scena della finale o dei festeggiamenti della vittoria penso: ‘Oh io! Ce l’ho fatta!’. Quando ho capito che potevamo vincere la coppa? Prima della partita contro il Barcellona, Gnabry e Kimmich mi hanno chiesto: ‘Vinceremo questa competizione?’. Senza pensarci ho risposto di sì. La vittoria per 8-2 contro i blaugrana è stata inaspettata. Abbiamo dimostrato quanto sia forte la nostra panchina“.

robert-lewandowski

E poi, ai microfoni di Sportowefakty: “Non ho sentito Messi e Cristiano Ronaldo, ci siamo giocati questo trofeo anche quest’anno, ma ho ricevuto congratulazioni da molti atleti di altre discipline. Ci sono ancora diversi successi da ottenere con il club: la Supercoppa Europea e il Mondiale per club. Questi sono i miei progetti. Gioco nel miglior club d’Europa e spero che non cambi. Ho detto molte volte che quello attuale non sarà il mio ultimo contratto. Per oggi il 2023 è una data lontana, intendo giocare ad alti livelli ancora a lungo.Un mio ritorno nel campionato polacco? Forse tra 5 anni risponderò. Adesso non lo so“.