Benzema, caso sextape: il PM francese chiede 10 mesi di carcere e 75.000 euro di multa

karim-benzema

Dopo il tentato ricatto del 2015, noto a tutti come sextape, ai danni del connazionale Mathieu Valbuena, Karim Benzema rischia 10 mesi di reclusione con la condizionale e una multa di 75.000 euro su richiesta del PM francese. Sono stati chiesti anche 4 anni di reclusione e 15.000 euro di multa per Mustapha Zouaoui, definito “l’artefice dell’estorsione”, 18 mesi di reclusione e 15.000 euro di multa per Axel Angot, oltre a 18 mesi di reclusione con reclusione e 5.000 euro di multa per Younes Houass. Infine due anni di carcere, insieme a 5.000 euro di multa, per Karim Zenati.

Benzema assente in tribunale

Karim Benzema era assente, ieri, alla prima udienza del processo. Mathieu Valbuena, presente invece in aula a Versailles ha commentato all’uscita dal tribunale: “Il caso tra Benzema e me va avanti da sei anni. C’erano tutti tranne Benzema. Sono sei anni che aspettiamo, peccato. Ormai ci siamo, non importa quanto tempo ci vorrà per lasciarmi alle spalle questa storia“. L’attacante del Real Madrid però si è sempre dichiarato innocente.