Boban: “Il Milan ha chiuso per Rangnick a dicembre”

maldini-gazidis-boban

Zvonimir Boban non è mai stato banale con le dichiarazioni. Non lo è stato nemmeno nell’ultima intervista rilasciata ai microfoni della Gazzetta dello Sport, dopo il licenziamento da Chief Football Officer dalla dirigenza del Milan, voluto soprattutto dalle frizioni con Ivan Gazidis. Il Milan, dunque, si prepara ad una nuova ed ennesima rivoluzione e ogni volta la domanda ritorna è sempre la stessa: sarà la volta buona?.

Ralf-Rangnick

Rangnick nel futuro del Milan

Boban è ritornato sull’intervista rilasciata tempo fa sempre ai microfoni della Gazzetta, che ha accesso definitivamente la miccia che ha silurato Boban dal Milan. “La mia intervista è legalmente ineccepibile -dice- arrivata dopo tante domande di chiarimenti interni puntualmente ignorati. Non sapevo che fossimo in Corea del Nord“.

Dichiarazioni forti, chiare e che sottolineano le discrepanze nutrite nei confronti di Gazidis, che vengono acuite sul tema Rangnick: “Rangnick? Avevano chiuso a dicembre senza dirci nulla”.

A tutto Boban, dunque, che ha chiarito per certi versi anche il futuro del Milan e di Pioli, al quale Gazidis e nuovi esponenti daranno il benservito a fine stagione, dirottando su Rangnick, da sempre pallino di Ivan Gazidis, che in maniera dirompente si sta prendendo la gestione del Milan.