Brescia, Cellino: “A Tonali ho fatto una promessa, gli altri restano. Serie B? Fallimento personale”

massimo-cellino

Il presidente del Brescia, Massimo Cellino, ha parlato ai microfoni del Corriere di Brescia di vari temi come la retrocessione matematica in Serie B e il mercato delle rondinelle dell’anno prossimo, con l’incognita Tonali. Di seguito riportiamo le sue parole.

“A Tonali ho fatto una promessa”

“A Sandro ho fatto una promessa e intendo mantenerla: è un impegno preso con il ragazzo, non posso penalizzarlo. Ha tirato la carretta per due anni, aveva dei problemi muscolari prima del lockdown, quando abbiamo ripreso c’era troppa pressione sulle sue spalle. Gli altri restano: mi dispiace, ma io non vendo nessuno.

Retrocessione? Sono distrutto, mi creda. Ma non per il verdetto. Questa stagione è stata un’agonia senza fine, non vedevo l’ora che finisse questo campionato. Io sono un combattente, non nego però che ci sia stanchezza e qualche ammaccatura. Ho sbagliato io, prendo le mie responsabilità. Ho sottovalutato dei rischi sin dalla scorsa estate. Questo è un mio fallimento personale”.