Cagliari, Zenga: “Su un campo da calcio i giocatori potrebbero allenarsi senza rischi”

Si accavallano opinioni, critiche e ipotesi sul ritorno in campo dei calciatori. Intervistato da Sky Sport ha detto la sua Walter Zenga, allenatore del Cagliari, disponibile alla ripresa degli allenamenti e della Serie A.

“Non sarà semplice, ma la voglia non manca”

Mi piacerebbe tornare a giocare perché si ritornerebbe a vivere: secondo me non ci sarebbero problemi ad assumersi la responsabilità di giocare in estate. La preparazione sarebbe diversa, perché parliamo di giocatori che sono fermi da 2-3 mesi, ma per me le soluzioni ci sono: in un campo di 110×65 i giocatori potrebbero allenarsi senza rischi. Sono in contatto con i miei calciatori, ma non li stresso: penso sia meglio gestiscano la propria vita in famiglia in un momento come questo. Non posso entrare nel merito giuridico della questione su contratti e prestiti che scadono il 30 giugno, ma da sportivo posso dire che noi siamo a disposizione per terminare il campionato entro il 2 agosto.

esultanza-cagliari

Ci saranno partite in pochi giorni e i calciatori verranno da un periodo d’inattività e quindi sono soggetti a infortuni: non sarà semplice, ma la voglia non manca. Sono sicuro che tutte le task force e tutti i soggetti abbiano preso in considerazione tutte le variabili come il fatto che un campo è largo e che i contatti possono essere limitati inizialmente in allenamento. Le docce magari possono essere fatte a casa, poi ci sono tanti accorgimenti: insomma se c’è la possibilità che un professionista possa andare a correre al parco, è meglio che lo faccia in un centro di allenamento“.