Caso plusvalenze, il processo dal 12 al 15 aprile: Napoli e Juventus tra i nove club coinvolti

figc-logo

Novità nell’inchiesta legata al caso plusvalenze. Secondo quanto appreso dall’ANSA, i tempi del processo sono stati accorciati ed infatti la prima udienza andrà in scena il 12 aprile. La decisione è stata annunciata solo tre giorni dopo il comunicato della Procura Federale, con il quale ha deferito 11 club.

I dettagli

Si inizierà quindi il 12 aprile e si proseguirà i giorni 14 e 15 in videochiamata. Le tempistiche della magistratura federale sono diminuite grazie all’introduzione del nuovo codice voluto dal presidente della FIGC, Gabriele Gravina, nel 2019. Le società coinvolte sono Juventus, Napoli, Genoa, Sampdoria, Empoli, Pisa, Parma, Pescara, Pro Vercelli, Novara e Chievo (quest’ultime sono fallite) e sono accusate di aver “contabilizzato nelle Relazioni finanziarie plusvalenze e diritti alle prestazioni dei calciatori per valori eccedenti quelli consentiti dai principi contabili in misura tale da incidere significativamente, per alcune delle predette Società, sui requisiti federali per il rilascio della Licenza Nazionale, violando in tal modo anche l’art. 31 comma 2 del Codice di Giustizia Sportiva”.