Ceferin: “Chi resta in Superlega non gioca coppe UEFA”. Perez: “Calcio gravemente ferito”

florentino-perez-aleksander-ceferin

Botta e risposta. Aleksander Ceferin intervistato da Der Spiegel, Florentino Perez da As. Tema, ovviamente, la Superlega.

aleksander-ceferin

L’attacco di Ceferin

Chiunque continui a essere coinvolto nella Superlega, in futuro non potrà giocare nelle competizioni UEFA. Le nostre competizioni saranno fantastiche anche senza queste quattro squadre. Adesso possiamo dire che se qualcuno vuole essere egoista, può provare a fare di nuovo la Superlega. Ma ci hanno già provato una volta e hanno fallito“.

florentino-perez

Le parole di Perez

Non è né un piano esclusivo né contro i campionati. Il progetto Superlega è il migliore possibile, ed è stato fatto per aiutare il calcio a uscire dalla crisi. Il calcio è gravemente ferito perché la sua economia sta affondando e dobbiamo adattarci ai tempi in cui viviamo. La Super League non va contro i campionati nazionali e punta a far arrivare più soldi per tutto il calcio. Si è pensato di dare più interesse alle parti. E penso che la nuova riforma UEFA non risolva neanche il problema perché quello che è stato presentato non è nemmeno meglio di quello che c’è. Inoltre, non possiamo aspettare fino al 2024. Ma comunque, qualcosa lo abbiamo sbagliato. Facciamo un giro e confrontiamo le idee. Forse far giocare le prime quattro classifcate di ogni Paese sarebbe la soluzione migliore. Non lo so, Ma qualcosa deve essere fatto visto che i giovani tra i 14 e i 24 anni abbandonano il calcio perché li annoia di fronte ad altri divertimenti che preferiscono. Ci sono quattro miliardi di tifosi di calcio sparsi in tutto il mondo e la metà di loro sono fan dei club della Super League. Il calcio è l’unico sport mondiale“.