Champions, Porto-Juventus: Pjaca e Dani Alves ipotecano il passaggio del turno


Missione compiuta per la Juventus di Max Allegri, che in un colpo solo ipoteca i quarti e mette a tacere le critiche dopo il caso-Bonucci. Conferme importanti anche per il nuovo modulo che si dimostra vincente anche in Champions League.

2-0 fuori casa che permette ai bianconeri di affrontare la partita di ritorno con il vantaggio dei gol in trasferta.

PJACA E DANI ALVES REGALANO AD ALLEGRI UNA SERATA PERFETTA

Il match andato in scena al do Dragão ha visto una Juventus abile nell’amministrare la superiorità numerica (e non) e ad ammazzare la partita.

L’episodio che sposta gli equilibri avviene al 27esimo, quando Alex Telles lascia il Porto in 10 uomini per due interventi sconsiderati. Per evitare l’imbarcata Espirito Santo decide di sostituire Andrè Silva con Layùn, e si prepara ad una partita di sacrificio. Infatti, di lì in poi è un dominio bianconero, con la squadra di Allegri che gestisce il “vantaggio” senza rischiare. I padroni di casa non riescono mai ad impensierire Buffon, ma chiudono bene gli spazi agli attaccanti juventini.

La partita di sblocca e si chiude in due minuti. Al 72esimo, con il neoentrato Pjaca che spedisce in rete dopo un batti e ribatti in area. Prima rete in assoluto con la Juventus per il giovane attaccante croato. Due minuti più tardi Dani Alves, altra intuizione di Allegri, trova la girata giusta in area e fissa il risultato sullo 0-2.

Allegri può ritenersi soddisfatto: due subentrati hanno risolto la partita, l’assenza di Bonucci non si è fatta sentire e ha finalmente trovato Marko Pjaca.

Serata no per il Porto di Espirito Santo che a causa dell’avventatezza di Alex Telles non ha avuto modo di giocare la partita come aveva preparato. Avrà modo di rifarti al ritorno, con un Andrè Silva in più e poche speranze di fare l’impresa a Torino.

IL TABELLINO DELLA GARA

PORTO-JUVENTUS 0-2

MARCATORI: 72’ Pjaca, 74’ Dani Alves

PORTO (4-1-3-2): Casillas; Maxi Pereira, Felipe, Marcano, Alex Telles; Danilo; Herrera, Ruben Neves (61’ Corona), Brahimi (73’ Jota); André Silva (30′ Layun), Soares. All. Espirito Santo. A disposzione: José Sá, Boly, André André, Oliver Torres

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (73’ Dani Alves), Barzagli, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado (67’ Pjaca), Dybala (86’ Marchisio), Mandzukic; Higuain. All. Allegri. A disposizione: Neto, Asamoah, Benatia, Rugani

ARBITRO: Brych (Germania)

NOTE: espulso al 27′ Alex Telles per doppia ammonizione. Ammoniti Maxi Pereira, Lichtsteiner, Herrera, Marcano. Recupero: 2′ pt; 2′ st.