Champions League: Dani Alves fa assist e Higuain non perdona, Monaco al tappeto

Con la vittoria di ieri sera, la Juventus è con un piede nella finale di Champions League a Cardiff. Il 2 a 0 con il quale la “Vecchia Signora” ha piegato il Monaco lascia ben sperare per il ritorno. A meno di clamorosi ribaltoni nelle gare della prossima settimana, ci avviciniamo ad uno scontro finale di fuoco.

DIVERTIMENTO E VELOCITÀ DI GIOCO

Come pronosticato dai più alla vigilia, quella tra Juventus e Monaco è stata una gara divertente, frizzante e zeppa di occasioni da gol. I ragazzi di Jardim sono quelli descritti dai migliori tattici nel pre-match: veloci, scaltri negli inserimenti e difficili da marcare. Purtroppo per i francesi, però, si trovano di fronte quella che è una vera corazzata. La migliore difesa di questa competizione, un muro invalicabile al quale persino il sig. Lionel Messi si è dovuto arrendere. Se il centrocampo non fa filtro, ci pensa l’impenetrabile difesa. Se la difesa fa stranamente acqua, un superbo Buffon si prende le luci della ribalta. Il duello generazionale tra Mbappe e il numero uno di mister Allegri ha dell’incredibile. Il Gigi Nazionale para tutto il parabile e allo scadere abbassa la saracinesca per mantenere i 620 minuti di inviolabilità.

 

Buffon continua a stupire: il Monaco non perdeva in casa da 13 gare consecutive

 

 

LA DURA LEGGE DEL PIPITA

Lo scarso cinismo dei monegaschi, come detto, comunque autori di una buona gara, non fa altro che accrescere la fiducia dei bianconeri. I campioni d’Italia non perdonano e, con una marcatura per tempo, chiudono i giochi. Per l’occasione Dani Alves rispolvera la migliore versione di se stesso da quando si allena a Vinovo. Il brasiliano, spostato sulla linea della trequarti per da Allegri, serve due cioccolatini, due caramelle già scartate a Gonzalo Higuain, il quale non deve far altro che il suo mestiere. La doppietta dell’attaccante argentino non è altro che la firma d’autore su di un match disputato con grandissima intelligenza, per l’appunto, quella degna dei grandi. Infine, l’azione della prima rete juventina è qualcosa di magnifico: di quelle da far vedere nelle scuole calcio, l’archetipo dell’azione perfetta per chi si nutre di estetismo calcistico.

Ora, con di mezzo il derby, il club degli Agnelli ha l’opportunità di regalarsi una finalissima alla quale secondo noi, senza nasconderci, la Juventus arriverebbe da favorita.

IL TABELLINO

Monaco 0 – 2 Juventus

Marcatori: Higuain 29’pt e 59’st

Monaco: Subasic 5.5; Dirar 6, Glik 5, Jemerso 5, Sidibe 5; Silva 6 (81’st Toure sv), Fabinho 5.5, Bakayoko 5 (66’st Moutinho 6.5), Lemar 5.5 (67’st Germain 6); Falcao 6, Mbappe 6.5

Juventus: Buffon 7; Barzagli 6, Bonucci 6, Chiellini 5.5, Alex Sandro 6.5; Pjanic 5.5 (89’st Lemina sv), Marchisio 6 (81’st Rincon sv); Dani Alves 7, Dybala 6.5, Mandzukic 6; Higuain 8 (77’st Cuadrado 6)

 

La Juventus festeggia con i suoi tifosi l’importantissima vittoria al Louis II