Cina, Cannavaro lascia la Nazionale: “Voglio concentrarmi sul Guangzhou”

Fabio Cannavaro ha deciso di lasciare l’incarico di ct della Nazionale cinese. L’ex difensore dell’Italia era stato scelto per sostituire il dimissionario Lippi, con il compito di portare la Cina ai mondiali in Qatar.

Tuttavia, l’azzurro è anche allenatore del Guangzhou Evergrande e, su sua stessa ammissione, questo doppio impegno risultava eccessivamente dispendioso. Riportiamo di seguito le dichiarazioni del tecnico, rilasciate all‘ANSA.

Cannavaro: “Il doppio impegno toglieva tempo per la mia famiglia”

Queste le parole di Fabio Cannavaro, che spiega il suo addio e ringrazia la federazione cinese per aver creduto in lui:

Per rispetto del Paese che da alcuni anni mi ospita sento il dovere di comunicare la rinuncia all’incarico di allenatore della nazionale cinese di calcio. Voglio ringraziare il Guangzhou Evergrande e la federazione cinese per aver pensato a me come allenatore delle due squadre più importanti del Paese; ma il doppio incarico mi porterebbe via troppo tempo dalla mia famiglia. Oltre un mese fa ho comunicato al mio Club la mia intenzione di dedicarmi solo alla mia squadra e ai miei giocatori. Spero che continuando ad allenare solo il Guangzhou Evergrande potrò comunque contribuire alla crescita dei giovani calciatori cinesi, lavorando giorno dopo giorno con passione e professionalità. Un grande in bocca al lupo alla Nazionale Cinese per le qualificazioni a Qatar 2022. Ancora grazie a tutti

Cina, vicino il ritorno di Lippi

Secondo quanto riferito da La Repubblica, la federcalcio cinese avrebbe intenzione di richiamare in panchina Marcello Lippi. Il tecnico, campione del mondo nel 2006, si era dimesso al termine della Coppa d’Asia, persa agli ottavi di finale per mano dell’Iran.

L’obiettivo di Lippi sarà lo stesso che gli era stato prefissato nella sua prima esperienza cinese: qualificarsi al mondiale in Qatar del 2022.