Come cambiano Champions, Europa e Conference League: il nuovo format delle coppe europee

champions-league-europa-league-conference-league

Il mondo del calcio si prepara alla rivoluzione. Come approvato ufficialmente dalla UEFA il 10 maggio 2022, dalla stagione 2024/25 la Champions League, l’Europa League e la Conference League cambieranno il proprio format. Scopriamo insieme tutte le novità riguardanti le tre competizioni europee, tra cui spiccano l’aumento dei club partecipanti (si passerà da 32 a 36 squadre) e la nuova fase a gironi.

Aumenta il numero di club partecipanti: come verranno assegnati gli ulteriori quattro posti?

La UEFA non ha modificato il criterio di qualificazione, che continuerà a dipendere dal piazzamento di un club nel rispettivo campionato nazionale e dalla posizione di ciascuna federazione nel ranking, ma ha aggiunto ulteriori quattro slot, aumentando così il numero dei partecipanti da 32 a 36.

  • Slot 1: riservato alla squadra classificata al terzo posto nel campionato della federazione quinta nella lista d’accesso determinata dal ranking UEFA coefficienti club per paese
  • Slot 2: riservato alla vincitrice di un campionato nazionale, allargando da quattro a cinque il numero dei club che si qualificano attraverso il percorso Campioni delle qualificazioni alla competizione (composto da quattro turni di qualificazione)
  • Slot 3 e 4: riservati alle federazioni i cui club hanno ottenuto i risultati migliori nella stagione precedente (cioè il coefficiente club per Paese della stagione precedente che si basa sul numero totale di punti coefficienti club ottenuti da ogni squadra di una federazione diviso per il numero di club partecipanti di quella federazione). Queste due federazioni avranno diritto a un posto ciascuno nella fase campionato (‘European Performance Spot’) per il club classificato subito dopo le aventi diritto alla qualificazione automatica alla fase campionato

Addio fase a gironi, spazio a un ‘campionato’

Dall’annata 2024/25 dobbiamo dire addio alla fase a gironi che tutti noi conosciamo, ovvero quella caratterizzata da 32 partecipanti divisi in otto gironi da quattro. A partire dalla prossima stagione i club saranno 36 e non verranno suddivisi in gironi, bensì raggruppati in un girone unico, come un vero e proprio campionato.

Nonostante la classifica sia composta da tutte le 36 squadre, ciascuna di esse affronterà otto differenti avversarie, per un totale di 16 partite tra andata e ritorno. Questa regola vale per la Champions League e l’Europa League, poiché in Conference League un club sfiderà solamente sei avversarie, disputando quindi 12 partite.

Come verranno suddivise le squadre?

Prima dell’inizio di ciascuna competizione, le 36 squadre verranno inserite in quattro fasce (ognuna formata da 9 team). Durante il sorteggio, un club pescherà quindi due avversari di prima fascia, due di seconda, due di terza e due di quarta e li sfiderà sia in casa sia in trasferta. Le partite totali nel girone unico saranno 16 (8 in casa e 8 in trasferta).

Cosa succede al termine del girone unico?

Al termine delle sedici partite del girone unico verrà stilata una classifica finale in base ai punti conquistati da tutte le squadre.

  • Le prime otto accedono direttamente agli ottavi di finale
  • Le squadre che si sono piazzate dal 9° al 24° posto saranno costrette a disputare il playoff (andata e ritorno)
  • Le squadre che si piazzate dal 25° al 36° posto saranno eliminate da tutte le coppe europee, senza la possibilità di retrocedere nella competizione inferiore

Il playoff e le seguenti fasi a eliminazione diretta

Le squadre classificatesi tra il 9° e il 16° posto saranno considerate teste di serie nel sorteggio dei playoff e disputeranno la partita di ritorno in casa. Le vincenti otterranno l’accesso agli ottavi di finale, dove affronteranno uno dei primi otto club della classifica finale del girone unico (teste di serie nel sorteggio degli ottavi).

Terminati gli ottavi di finale, la competizione seguirà il format attuale: quarti di finale, semifinale e finale.

Il calendario

Le partite del girone unico di Champions League ed Europa League andranno in scena da settembre a gennaio, mentre quelle della Conference League da settembre a dicembre. Inoltre, le tre coppe europee avranno una settimana in esclusiva per disputare la propria giornata, motivo per cui in quel periodo di tempo si giocheranno solamente le partite di una determinata competizione.

  • Champions League: martedì, mercoledì e giovedì (solamente nella settimana esclusiva)
  • Europa League: mercoledì (solamente nella settimana esclusiva) e giovedì
  • Conference League: giovedì (anche nella settimana esclusiva)

Nell’ultima giornata della prima fase della competizione tutte le partite si giocheranno in contemporanea.