CTS, posticipata l’apertura degli eventi sportivi ai tifosi: presenza fissata per il 1° giugno

stadio-coronavirus

Il CTS ha cambiato idea. A riportarlo è la Gazzetta dello Sport. L’apertura degli stadi ai tifosi era stata prefissata per il 1° maggio ma, la scelta ritenuta più corretta dal Comitato Tecnico Scientifico è quella di far ritornare i tifosi agli eventi sportivi solo a partire dal 1° giugno.

La data slitta di un mese

Nonostante la decisone del CTS, la sottosegretaria Vezzali spera di poter bloccare questo rinvio. In zona gialla, a partire dal 1° giugno, la capienza consentita agli eventi sportivi non potrà essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non potrà essere superiore a 1.000 per impianti all’aperto e a 500 per impianti al chiuso. Il campionato di Serie A, con questo nuovo rinvio, rischia di concludersi a porte chiuse, poiché l’ultima giornata è fissata per il 23 maggio.