Dall’ipotesi Mbappé alla lite con Perez: i motivi dell’addio di Sergio Ramos al Real Madrid

sergio-ramos

La storia d’amore tra Sergio Ramos e il Real Madrid è arrivata al capolinea. Secondo As la situazione del contratto del difensore spagnolo, in scadenza a fine giugno, è bloccata. Il primo segno evidente di rottura proviene dall’acquisto di David Alaba, che ha fatto presagire un addio del capitano dei blancos.

Da quanto riportato da Onda Cero, la causa scatenante risalirebbe all’opposizione da parte di Sergio Ramos di decurtarsi lo stipendio del 10%. Richiesta che il Real ha fatto ai propri calciatori per fronteggiare le difficoltà di introiti durante la pandemia. Sempre secondo la radio spagnola però, si pensa che in realtà questa richiesta fosse stata effettuata per avere i soldi necessari per regalare ai Blancos una vera e propria stella: Kylian Mbappè.

sergio-ramos

I motivi della rottura

Secondo il quotidiano As, i motivi di questo divorzio tra Sergio Ramos e il Real sono 3 in particolare e, risalgono ancora prima della situazione del taglio degli stipendi. Il primo evento risale al 2015 quando, dopo appena aver perso Casillas, il difensore spagnolo sfruttò l’offerta del Manchester United per farsi alzare lo stipendio a 12mln di euro. Il club per non perdere un altra bandiera lo accontentò.

Il secondo evento riportato sarebbe quello di un possibile litigio tra il presidente Florentino Perez e Sergio Ramos, scoppiato dopo l’eliminazione contro l’Ajax nel 2019, lo spagnolo accusò il proprio presidente di aver operato male sul fronte mercato. Il terzo e ultimo motivo, risale all’estate del 2019, quando Ramos chiese di essere liberato gratuitamente per trasferirsi in Cina, per concludere la sua carriera lì, ricoperto di soldi dai club cinesi. Richiesta ovviamente rifiutata dal club spagnolo.