Esclusiva OkC, Graziani: “In Nazionale Belotti e Immobile si alterneranno. Balotelli e Florenzi? Dipende da loro”

La redazione di Ok Calciomercato ha intervistato in esclusiva Francesco “Ciccio” Graziani, ex attaccante di Arezzo, Torino, Fiorentina, Roma e Udinese. E’ stato campione del mondo nel 1982 con la Nazionale italiana, con la quale ha totalizzato 64 presenze e 23 reti. Graziani ha rilasciato alcune dichiarazioni sugli Azzurri in vista dell’Europeo del 2020.

L’intervista di Francesco Graziani ad Ok Calciomercato

Come si può spiegare la situazione di Balotelli e Florenzi? Come vanno gestiti e soprattutto andranno all’Europeo con la Nazionale?
“Se andranno all’Europeo non lo so, dipende tutto da loro e dalla stagione che disputeranno: se Florenzi tornerà a giocare da titolare come lo era fino a due mesi fa, se Balotelli migliorerà le sue prestazioni e giocherà con più continuità. Mancini guarda ciò che succede in campionato e se i giocatori non giocano o non hanno prestazioni adeguate, non riceveranno la sua chiamata”.

Sul ballottaggio Belotti-Immobile, chi la spunterà e chi giocherà di più?
“Mancini lo ha già detto. Farà giocare una volta uno e una volta l’altro. Due punte insieme il ct non le vede, oramai ci siamo abituati. Non c’è verso di vederli giocare insieme se non in casi straordinari. Personalmente non so chi giocherà: forse prima Belotti e poi Immobile”.

I test con Bosnia e Armenia possono aiutare Mancini a valutare meglio nuovi giocatori per la convocazione all’Europeo come Castrovilli, Orsolini e Cistana?
“Io penso che avendoli chiamati, il ct vorrà fargli fare qualche minuto. Sono sicuro che Castrovilli e Orsolini troveranno un po’ di spazio. Non saprei per quanto riguarda Cistana. Credo che la chiamata sia stata un premio per il ragazzo per ciò che ha mostrato nella prima parte di stagione con il Brescia. Non so se ci sarà minutaggio per lui, ma già la convocazione è qualcosa di straordinario”.

andrea-cistana-riccardo-orsolini-gaetano-castrovilli

Pronostico secco, dove può arrivare l’Italia all’Europeo?
“Non è una domanda facile. Incontreremo squadre importanti e affronteremo partite più difficili rispetto a quelle del girone di qualificazione abbastanza agevoli. Però ho l’impressione che l’Italia sia sempre competitiva e che potremmo riuscire ad arrivare tra prime quattro”.