Faivre: “Volevo andare al Milan. Fuori contro lo Strasburgo per non compromettere il trasferimento”

romain-faivre

Romain Faivre, giocatore del Brest, ha rilasciato alcune dichiarazioni all’emittente francese Téléfoot riguardo al suo mancato trasferimento al Milan. I rossoneri lo avevano scelto come nuovo colpo per la trequarti e, nonostante le parti fossero vicinissime, l’accordo è saltato a causa delle richieste della società francese. Così il club di Milano ha virato definitivamente su Junior Messias. Il ventitreenne ha svelato dei retroscena sul suo possibile passaggio al Milan, pentendosi anche di una scelta fatta precedentemente al match di Ligue 1 contro lo Strasburgo.

romain-faivre

Le sue parole

“Quando ti contatta un club come il Milan è sempre bello, lusinghiero, soprattutto se ti chiama Paolo Maldini. Con la mia famiglia decisi di accettare la proposta e di fare un passo avanti nella mia carriera. In accordo con i miei agenti pensai fosse meglio lasciare il campo d’allenamento del Brest. Ho scelto di non giocare con lo Strasburgo per precauzione, non volevo compromettere il trasferimento in Italia. Non volevo scontrarmi con il mio club. Posso capire che fu un gesto interpretato male, ad oggi ammetto di avere sbagliato. Sono rimasto un po’ dispiaciuto. Ma ho voluto affrontare tutto positivamente, senza pensare a ciò che non è stato. Voglio lavorare e crescere, così magari arriveranno offerte anche migliori in futuro”.