Fiorentina, ag. Vlahovic: “In estate Commisso ha rifiutato un’offerta da 60 milioni”

dusan-vlahovic

La storia tra Dusan Vlahovic e la Fiorentina sembra essere arrivata al capolinea. L’agente dell’attaccante serbo classe 2000 è stato intervistato dal sito FirenzeViola, ed ha chiarito la posizione del suo cliente nei confronti della squadra toscana. Il punto di rottura è avvenuto in estate, dopo che Commisso ha rifiutato un’offerta di 60 milioni per il serbo. A svelare questo retroscena è stato proprio un membro dell’entourage di Vlahovic.

Quindi il classe 2000 è sempre più lontano da Firenze e per il giocatore, potrebbe partire una vera e propria asta già da gennaio. La Fiorentina sembra essersi già rassegnata a perdere il suo gioiello e starebbe già sondando altri nomi, il primo attaccante sul taccuino di Pradè è Andrea Belotti del Torino, in scadenza a fine stagione.

dusan-vlahovic

Sul Rinnovo:
“Dusan non firmerà alcun rinnovo con la Fiorentina. Non abbiamo alcuna intenzione di metterci a negoziare il rinnovo con la Fiorentina, ecco perché non parliamo né con i giornalisti né con la società”​.

Il retroscena dell’offerta rifiutata:
“Quest’estate avevamo portato alla Fiorentina un’offerta da 60 milioni più bonus dell’Atletico Madrid, tra noi e il club acquirente c’era già l’accordo, ma il presidente Commisso non ha voluto sentire ragioni”.

Commisso si era rifiutato di vendere il giocatore:
“Rocco ha risposto dicendoci che Vlahovic è come un figlio per lui, che non lo avrebbe venduto in nessun modo e che avrebbe fatto di tutto per rinnovargli il contratto”.