Fiorentina, rebus Chiesa: tra Juve, Premier e un mini-rinnovo

federico-chiesa

Sono settimane cruciali per il futuro della Fiorentina e del suo talento più prezioso, Federico Chiesa. L’esterno d’attacco, classe 1997, ha un contratto in scadenza 2022 e gli occhi puntati di top club italiani ed esteri. 

grafico-federico-chiesa

Juventus in pole

In cima alla lista delle pretendenti al figlio di Enrico figura la Juventus. L’uomo mercato bianconero, Fabio Paratici, è alla finestra dalla stagione scorsa e condivide con mister Sarri una grande considerazione delle qualità del giocatore. Nonostante nelle ultime settimane ci sia stato chi si è spinto fino a parlare di accordo raggiunto, ciò che ci risulta è piuttosto un dialogo costante tra le parti: il nodo principale è rappresentato dalle modalità del trasferimento, con la Juventus pronta a compensare parte dei 65/70 milioni chiesti da Rocco Commisso mediante l’inserimento di una contropartita gradita (Rugani?). La Fiorentina parte dall’idea di monetizzare Chiesa il più possibile; tuttavia, la crisi del sistema calcio nonché le probabili svalutazioni dei calciatori sul mercato potrebbero facilitare la buona riuscita della trattativa alle condizioni della Vecchia Signora.

Suggestioni d’Oltremanica: Manchester United e Chelsea

Ad alimentare gli scongiuri dei tifosi viola, pronti a rinunciare al proprio beniamino a patto di non vederlo con la maglia bianconera, persiste la suggestione Premier League. Manchester United e Chelsea hanno fatto sapere di essere interessate al giocatore: entrambe hanno dato inizio ad un nuovo corso, unendo acquisti di grande prospettiva al lancio dei migliori giovani cresciuti nelle rispettive academies. Alla luce di ciò, Chiesa rappresenta un profilo che si sposa perfettamente sia con questa filosofia sia con le peculiarità del calcio inglese.

Ipotesi rinnovo ed Inter

Una terza via, ancora poco battuta, potrebbe essere un prolungamento del contratto fino al 2023. Così facendo, la Fiorentina farebbe all-in sull’Europeo nella speranza di far lievitare la valutazione di Chiesa. Resta da capire, in tal senso, se verrà inserita una clausola rescissoria. Calano sensibilmente, infine, le probabilità di vedere Federico con la maglia dell’Inter: i nerazzurri sono alle prese con la pressione del Barça su Lautaro Martinez e non hanno intenzione di comprare davanti fino a quando non sarà chiaro il futuro del Toro.