Frattesi: “Questa è la Nazionale dei supereroi. Vicino al Milan? Ho voluto ascoltare solo l’Inter”

davide-frattesi

Davide Frattesi si accinge ad essere uno dei protagonisti della spedizione della Nazionale Italiana ad Euro 2024. Dopo una stagione importante, culminata con la vittoria dello scudetto con l’Inter, il centrocampista ex Sassuolo vuole intrigare l’Europa intera con la maglia azzurra addosso. In un’intervista a La Repubblica ha parlato in esclusiva, lasciandosi andare a paragoni simpatici ed a retroscena di mercato legati alla scorsa estate, quella del passaggio dal Sassuolo all’Inter.

davide-frattesi

A tutto Frattesi: fra Nazionale ed Inter

Queste le parole di Frattesi a La Repubblica. Sulla Nazionale: “Ci stiamo conoscendo e stiamo bene insieme. Voglio imparare da Barella, di cui sono amico e vicino di posto in spogliatoio: all’inizio era un incursore, poi si è completato lavorando tanto sulla costruzione del gioco. Voglio farlo anche io. Per me è la Nazionale dei supereroi: Donnarumma è Spiderman, il velocissimo Bellanova è Flash“. Sull’amico Scamacca: “Sono in stanza con lui, è perfetto: si addormenta subito e russa raramente. Di solito finivamo anche nelle stesse squadre (Lazio, Roma, Sassuolo ndr), quando ho firmato con l’Inter gli ho detto di raggiungermi ma ha scelto l’Atalanta ed è felice così. Se sta bene segna in ogni modo“.

Sul suo passaggio all’Inter: “Quanto sono stato vicino al Milan? Non ne ho mai saputo niente. Il mio agente mi ha chiesto: dove vuoi andare? Io già a maggio dello scorso anno ho risposto: solo Inter. Lo avevo deciso giocandoci contro. Una squadra fortissima, con un grande allenatore e un pubblico magico. Non volevo ascoltare nient’altro“.

Ed infine sul duello in famiglia con la sorella, Chiara, nuova fidanzata di Mckennie: “L’ho bloccata su tutti i social per quattro giorni! Ci scherziamo sopra, non mi dà noia che sia così esposta: ognuno vive la sua vita“.