Gnonto, tra sogni nel cassetto e lacrime: “Vorrei giocare nel Barcellona. Piansi per un Inter-Juventus”

wilfried-gnonto

Da quando ha esordito con la Nazionale di Roberto Mancini, Wilfried, detto Willy, Gnonto ha acquisito una popolarità tale che tutti desiderano parlare di lui. In occasione della sua intervista rilasciata al settimanale Sportweek, il talentino dello Zurigo si è lasciato andare nel parlare di sogni nel cassetto e di esperienze passate da “tifoso”.

willy-gnonto

Un sogno chiamato Barcellona

“Penso a lavorare e non so quel che succederà in futuro. Il mio sogno è giocare nel Barcellona. Messi è il mio idolo, anche adesso che è al Psg. Ha fatto tantissimi sacrifici fin da quando ha iniziato, la sua famiglia lo ha sempre sostenuto anche se non era nelle migliori condizioni economiche. Non dimentica le sue origini, non è cambiato nel tempo: nella sua storia rivedo me stesso. E poi, in campo fa cose come nessun altro”.

Lacrime da tifoso

“Qualche volta ho pianto. Quando? Inter-Juve, aprile 2018, la partita della mancata espulsione di Pjanic per fallo su Rafinha. Per loro segnò Higuain quasi all’ultimo minuto e con quella vittoria misero le mani sullo Scudetto. Io ero a San Siro col mio amico Elio, e scoppiammo in lacrime. Quella sera diventai veramente interista”.