Gravina: “A fine mese credo nel 100% della capienza negli stadi. Mondiale? Ce la faremo”

gabriele-gravina

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina è intervenuto ai microfoni di Radio Anch’io Sport, soffermandoci su svariati temi: dal prossimo playoff Mondiale che attende la Nazionale di Mancini, alla capienza che potrebbe ritornare presto al 100%. Non solo: parole importanti anche sulla possibile candidatura del nostro paese per Euro 2032.

gabriele-gravina

Le parole di Gravina

Sul playoff Mondiale: “Abbiamo chiesto il rinvio della giornata del 20 ma, ma sappiamo anche che il calendario è molto intasato. Speriamo fino all’ultimo giorno che la Lega possa concedere a Mancini qualche giorno in più“. In caso di eliminazione? “Sarebbe una brutta pagina. Dobbiamo farcela, abbiamo le condizioni per farlo anche se sappiamo che sarà molto difficile. Ci siamo complicati la vita da soli sbagliando due rigori importanti, ma l’Italia ha dimostrato sempre di sapersi rialzare dopo i momenti più bui. Nel gruppo e nel lavoro del commissario tecnico Mancini si respira ottimismo, non dimentichiamoci che il progetto azzurro non si esaurisce né con la vittoria dell’Europeo della scorsa estate né con questo Mondiale in Qatar“.

Sulla capienza negli stadi: “Il 75% della capienza totale è già un passo avanti, ma non soddisfa. Mi auguro che a fine mese si possa tornare finalmente al 100%.“.

Sull’indice di liquidità dei club: “Sì, pensiamo di inserirlo come criterio di ammissione ai campionati: sarebbe una prima volta assoluta per la Serie A. In questo modo metteremo sotto controllo il rapporto fra ricavi e costi del lavoro“.

Sulla possibilità di un tetto salariale: “Stiamo cercando di lavorare anche in questo senso. Quando riusciremo a mettere in sicurezza il sistema, fortemente scosso dalla pandemia, credo che anche il calcio troverà la sua serenità nei costi di gestione“.

Su Euro 2032: “oi ci siamo candidati per l’Europeo del 2032, anche per evitare la concorrenza di realtà che oggi sono molto più attrezzate di noi“.