Inter, ag. Lautaro Martinez: “Barcellona? Soddisfazione, ma pensa solo ai nerazzurri”

lautaro-martinez

Tra i prospetti più interessanti del nostro campionato e d’Europa, l’attaccante dell’Inter Lautaro Martinez fa gola a tanti dei top club dei campionati stranieri. La coesistenza con Lukaku e la gestione tecnica di Conte hanno indubbiamente reso il “Toro” un giocatore ancora più completo e non è un caso che sarà uno dei più richiesti nella prossima sessione di calciomercato. Da tempo sono insistenti le voci circa il concretissimo interesse del Barcellona per l’argentino. Il suo procuratore, Beto Yaque, ha parlato del futuro del suo assistito rilasciando un’intervista al Mundo Deportivo.

Barcellona e Real alle porte?

“Al momento il mio assistito è concentrato e va avanti come se nulla fosse, ignorando quanto riportato dai giornali. Indubbiamente è contento perché sta facendo cose buone e prende questi interessamenti con soddisfazione”. Queste la risposta di Yaque alla domanda circa l’interesse di Barcellona e Real, seguita da un encomio a Messi che recentemente ha esaltato il connazionale e numero 10 nerazzurro. “Tra i due c’è un bellissimo rapporto e quando un elogio arriva dal migliore calciatore del mondo non può che fare piacere”. Sulla possibilità di lasciare Milano, il procuratore si è poi così esposto: “Altre sfide dopo l’Inter? Non saprei. Al momento è felice, pensa solo ai nerazzurri e ha un contratto di cinque anni, tutto il resto sono invenzioni dei giornali”.

Un misto tra Aguero e Suarez

Yaque ha chiuso l’intervista parlando dei retroscena che lo portarono al Racing: “Rimasi colpito dalla sua tecnica, il temperamento e il controllo palla. Aveva 15 anni e non fu facile convincerlo perché veniva da alcune esperienze infelici al Boca Juniors e al San Lorenzo”. “A livello tecnico possiede caratteristiche che mi ricordano sia Aguero che Suarez” ha poi affermato. L’intervista si è conclusa ritornando ad una vecchia notizia, quella relativa al rifiuto da parte di Lautaro al Real quando giocava al Racing: “Non ha mai detto che non gli piace il Real, voleva solo vincere con la squadra argentina”. I prossimi mesi ci diranno se riuscirà nuovamente a declinare offerte da club così importanti.