Inter, Ausilio: “Offerta ufficiale per Eriksen, principio di accordo per Moses. Su Petrachi…”

È un Piero Ausilio senza freni quello intervistato da Sky Sport. Il ds dell’Inter dice la sua sui tanti affari di mercato portati avanti dai nerazzurri, rispondendo anche a Gianluca Petrachi, suo collega della Roma, che nello scambio saltato tra Spinazzola e Politano aveva parlato di “cortocircuito” tra lo stesso Ausilio e Beppe Marotta.

Su Petrachi

“Parliamo per l’ultima volta di questa vicenda: il cortocircuito forse lo definisce tale perché probabilmente lo conosce bene, è una situazione in cui si è trovato spesso da quando è a Roma in conferenze stampa e interviste. Sarà lui la persona adatta a spiegare a noi cos’è un cortocircuito. Per tranquillizzarlo posso dire che all’Inter siamo tutti allineati. Quando inizia una negoziazione tutte le componenti sono d’accordo: quella tecnica e quella finanziaria. Se si va su un giocatore è perché tutte le componenti del club, dal presidente all’allenatore, sono assolutamente d’accordo. Se questo è un pensiero che il ds della Roma non ha è un problema suo. Io dico solo che tra colleghi dovrebbe esserci rispetto e professionalità. Si guarda a casa propria, io parlo dell’Inter e non dei problemi della Roma e vorrei tanto che anche le altre società si occupassero dei problemi loro e non delle dinamiche del nostro club le cui situazioni sono gestite in piena armonia e conoscenza”.

matteo-politano

Su Politano

“È un asset del club, se ci sarà l’occasione per favorire una certa situazione cercheremo di accontentarlo: è un attaccante, i numeri sono questi. Se Politano dovesse uscire cercheremo sul mercato qualcuno che può migliorare la squadra”.

Su Moses

“Stiamo facendo le nostre valutazioni in queste ore, c’è un principio di accordo per Moses con il Chelsea che è abbastanza disponibile. Può essere un’opportunità ma dobbiamo aspettare a parlarne in maniera sicura, comunque la strada è quella”.

christian-eriksen

Su Eriksen

“Essendo un giocatore di grande qualità, ha attirato le attenzioni dei club più importanti d’Europa: è in scadenza a giugno, ci stiamo provando. Ci siamo presentati in modo ufficiale al Tottenham e stiamo aspettando. Ma ripeto, è molto difficile perché parliamo di un grandissimo calciatore e in queste situazioni è normale che tanti ci pensino. Faremo tutto il possibile”.

Su Vecino

“Con il mister faremo il punto della situazione, abbiamo idee abbastanza chiare. Entrate e uscite si devono compensare tra loro numericamente. Dovevamo allargare il ruolo degli esterni e con Young lo abbiamo fatto. Sul resto vedremo. Bisogna fare zero a zero tra entrate e uscite. Vediamo di cogliere quel che il mercato offre”.