Inter, caos Brozovic per un amico al pronto soccorso: necessario l’intervento dei carabinieri

marcelo-brozovic

Ancora una volta Brozovic, ancora una volta tanto alcool e ancora una volta l’intervento dei carabinieri. Una notte agitata quella appena passata dal calciatore croato. Secondo le ricostruzioni, nella notte del 30 luglio, il calciatore croato avrebbe dato in escandescenze nel pronto soccorso dell’ospedale San Carlo. Il centrocampista 27enne si trovava lì per assistere un amico, 42enne croato, che si era ferito alla gamba. Brozovic, evidentemente su di giri, probabilmente a causa di un eccesso di alcool, avrebbe lamentato in maniera decisamente eccessiva la lentezza del soccorso medico. Inoltre, chiedeva che il suo amico venisse visitato prima delle altre persone presenti che oggettivamente erano più gravi.

I medici quindi hanno chiamato i carabinieri che arrivati sul posto, hanno chiesto al ragazzo calmarsi e cambiare atteggiamento. Brozovic però avrebbe continuato con i suoi insistenti comportamenti fino a quando gli stessi militari avrebbero intimato di smetterla poiché il suo atteggiamento stava sfociando nel penale. Al chè, il croato si sarebbe finalmente calmato, chiedendo scusa a tutti i presenti, responsabile sanitario incluso.

marcelo-brozovic

Il precedente

Purtroppo per lui non è la prima volta che accade qualcosa di simile. Poco più di un paio di settimane prima, Brozovic aveva avuto un altro brutto incontro con i carabinieri di Milano quando, ubriaco e a al volante della sua Rolls Royce, era passato col rosso ad un semaforo con risultato il ritiro della patente.