Inter, da Lazzari a Zappacosta: quattro nomi per il dopo Hakimi

manuel-lazzari

L’Inter deve sostituire Achraf Hakimi che sta definendo il suo passaggio al PSG e non sarà facile farlo, dato il grande rendimento del marocchino nella scorsa stagione. Marotta sta valutando molti profili che possano rendere bene con il modulo e che siano funzionali al gioco di Inzaghi.

Tra i nomi più insistenti abbiamo sicuramente Manuel Lazzari che l’allenatore ex Lazio conosce molto bene. La richiesta del club di Lotito per il laterale è di 20 milioni di euro, l’Inter è ferma a 15 e non sembra intenzionata a voler accontentare i biancocelesti. Altro nome sulla lista è quello di Dumfries, terzino olandese di proprietà del PSV che si sta mettendo in mostra ad Euro 2020. Su di lui si stanno muovendo molti grandi club, ma la squadra olandese sta approfittando del suo exploit con gli Orange per sparare alto sul cartellino del classe ’96.

davide-zappacosta

Non solo Lazzari e Dumfries per la fascia

Un altro nome che farebbe comodo all’Inter è quello di Zappacosta. il giocatore conosce già il campionato e ha un prezzo alla portata dei neroazzurri, l’unico problema sarebbe l’ingaggio che percepisce, essendo ancora di proprietà del Chelsea. Sempre parlando dei blues, anche il club allenato da Tuchel si sarebbe fatto avanti per Hakimi offrendo 55 milioni cash più il cartellino di Marcos Alonso, giocatore seguito a lungo da Marotta e Ausilio. L’offerta è stata rispedita al mittente dato che il marocchino vuole solo il PSG.

L’ultimo nome che nelle ultime ore ha preso quota è quello di Bellerin, il terzino spagnolo dell’Arsenal ha fatto un gran bene in Inghilterra ed è un profilo “alla Inzaghi“. Il giocatore è dotato di una grande spinta offensiva e anche in fase difensiva può dare garanzie. Gli inglesi chiedono minimo 25 milioni, cifra che l’Inter non è intenzionata ad investire.