Inter, improbabile la rimozione del defibrillatore di Eriksen: possibile ritorno all’Ajax

christian-eriksen

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, il futuro di Christian Eriksen potrebbe essere lontano dall’Italia. Questo possibile addio nasce dallo sfortunato evento di cui il danese è stato protagonista, quando, durante il match tra Danimarca e Finlandia valido per la fase a gironi dell’Europeo, si è accasciato a terra privo di sensi a causa di un arresto cardiaco.

christian-eriksen

L’Olanda nel suo destino

Eriksen è stato operato e gli è stato impiantato un defibrillatore cardiaco sottocutaneo. Da quel giorno non è più sceso in campo ed è seguito giornalmente dai medici che lo hanno curato. Il ritorno è ancora lontano e né lui né l’Inter vogliono forzare la mano. Il club nerazzurro però potrebbe decidere di rescindere il suo contratto a gennaio poiché a causa del defibrillatore il calciatore non potrà giocare in Serie A. Il regolamento del campionato italiano infatti gli permetterebbe di riprendere l’attività solo qualora lo togliesse, ma ad oggi le chance sono praticamente nulle. Nel campionato olandese però è possibile giocare con il dispositivo medico ed è proprio per questo che Eriksen potrebbe tornare all’Ajax, club che lo ha reso grande. Il danese è legato all’Inter fino al 2024 e percepisce 7,5 milioni di euro all’anno, altro motivo per cui i nerazzurri starebbero pensando alla rescissione. Il futuro del centrocampista è ancora da decifrare, in attesa di ulteriori miglioramenti del suo stato di salute.