Inter, da Luiz Gustavo a Gabigol: il punto sul mercato

La presentazione del nuovo tecnico Frank De Boer non ha bloccato il mercato dell’Inter. Si lavora in particolare per migliorare il centrocampo. Infatti è delle ultime ore la notizia riportata da “gianlucadimarzio.com” secondo cui l’allenatore olandese avrebbe acconsentito a continuare la trattativa per Luiz Gustavo. Si parla di un’offerta di 18 milioni di euro più bonus ma per il brasiliano si è inserita anche la Juventus che avrebbe comunicato al Wolfsburg di essere intenzionata a presentare un’offerta nei prossimi giorni.

Altro nome, sempre in entrata, potrebbe essere quello di Joao Mario per cui, secondo “La Gazzetta dello Sport”, il gruppo Suning (con il via libera di De Boer) sarebbe pronto ad un ulteriore rilancio. Tuttavia le richieste dello Sporting Lisbona per il centrocampista portoghese sono ancora molto alte, ed ecco che per finanziare l’affare i nerazzurri potrebbero sacrificare Marcelo Brozovic, seguito con interesse da Arsenal e Liverpool. In alternativa potrebbe interessare ai nerazzurri la mezzala classe ‘96 Riechedly Bazoer, in forza all’Ajax, per cui chiede almeno 20 milioni. T

anto movimento anche sul fronte attaccanti: il Napoli non molla Icardi e in settimana l’agente Wanda Nara dovrebbe incontrarsi con De Laurentiis per trovare un accordo e convincere l’Inter a cederlo. Il tempo però stringe e il ds Ausilio ha già proposto all’attaccante argentino di trattare il rinnovo a partire da settembre. Novità importanti arrivano anche dal Brasile, infatti, si legge sempre su “La Gazzetta dello Sport”, il Santos avrebbe accettato l’offerta di 25 milioni per il suo gioiello Gabriel Barbosa. Tuttavia l’attaccante verdeoro ha fatto sapere di voler prendere una decisione solo al termine delle olimpiadi. Dunque la situazione è in stand-by, ma in casa Inter filtra ottimismo per la chiusura dell’affare, nonostante un tentativo di inserimento da parte del Leicester.

Il telefono di Ausilio, a meno di due settimane dall’inizio del campionato, è ancora bollente e De Boer ha chiesto qualche giorno di lavoro per capire meglio in quale ruolo bisogna agire con più urgenza. Saranno tempi decisivi in casa Inter.