Inter, Lukaku: “All’intervallo del derby Conte ci ha fatto un grande discorso, senza urlare”

Romelu-Lukaku

A tutto Romelu Lukaku,che nel corso di una chiacchierata con i tifosi via Twitter ha rivelato molti spunti e chicche interessanti. Voluto fortemente in estate da Antonio Conte, il gigante belga è divenuto presto un punto fermo e si è preso totalmente l’Inter, insieme al suo compagno di reparto ed anche amico Lautaro Martinez. Anche del rapporto con l’argentino l’attaccante ha parlato nel corso del suo intervento, dove ha anche chiarito quale fosse stato il suo momento neroazzurro più bello fino ad ora e ha svelato quanto si sia stato emozionante l’intervallo del derby di Milano per il discorso motivazionale del suo mister.

Romelu-Lukaku

“Il momento più bello? Il gol al Lecce”

In un periodo che non ci permette di vederci e discutere, ecco che i social rappresentano una grandissima fonte per parlare e divertirsi con tifosi ed amici. Così ha fatto anche Romelu Lukaku, che nel corso di domande botta e risposte con moltissimi tifosi ha dato moltissimi spunti da trarre. Innanzitutto ha chiarito il suo miglior momento neroazzurro fino ad ora: “Il miglior momento vissuto sin qui è coinciso con il primo gol in nerazzurro (al Lecce appunto, ndr) perché quello è stato l’inizio di tutto”.

Pochi dubbi per il gigante belga, anche se dopo il primo gol sono ne sono arrivati degli altri, più pesanti e più carichi di emozione. Come per esempio quello nel derby di ritorno, che ha messo il punto esclamativo sulla rimonta ai danni del Milan. Proprio su quel derby Lukaku è tornato, parlando del discorso di carica di Conte all’intervallo: “Quando eravamo sotto 2-0 contro il Milan, Conte ci ha fatto un grande discorso motivazionale. Non ha urlato per niente, ci ha detto cosa fare e dove trovare spazio, noi abbiamo fatto il resto”.

Altro tema trattato, quello della grandissima intesa e amicizia che lo lega a Lautaro Martinez, suo compagno di reparto in questa annata e chissà nella prossima. “Un feeling nato attraverso la comunicazione, chiave di tutto”. In una lunga conversazione dove è mancato lo spazio ai ricordi, di quando vestiva la maglia di Anderlecht e Manchester United, il gigante belga ha detto la sua su questo momento del tutto particolare, presagendo anche il futuro: “Sto bene, quando dovremo tornare in campo saremo pronti. Ma ora restiamo al sicuro“.