Inter, ufficiale il passaggio all’Aston Villa di Ashley Young

ashley-young

Dopo Conte e Padelli, l’Inter saluta anche Ashley Young. Il duttile centrocampista inglese fa ritorno in patria, all’Aston Villa, club che gli ha permesso di attirare l’attenzione del Manchester United e con cui ha giocato 157 partite tra il 2007 e il 2011. L’ex Red Devils ha, inoltre, parlato al suo arrivo a Birmingham ai microfoni di VillaTV. Queste le sue parole.

ashley-young

Un gradito ritorno

“È fantastico essere tornato, sembra che non me ne sia mai andato. Sono semplicemente felice di essere tornato, di vedere alcuni vecchi volti, di essere tornato al campo di allenamento, di vedere le strutture e quanto bene sono cresciute. Si può vedere quanto il club è cresciuto rispetto ai miei tempi e ora sono pronto per mettermi al lavoro”.

La richiesta all’agente

“Quando ho sentito dell’interesse dell’Aston Villa, ho detto direttamente al mio agente ‘fai qualunque cosa tu possa fare per trovare un accordo’. Ho seguito la squadra da lontano, ho visto quanto ha fatto bene la scorsa stagione e come stava andando”.

Una mentalità vincente mai abbandonata

“Smith? Lo staff, la dirigenza e i giocatori vogliono giocare per lui: loro hanno quella fame, lui ha quel desiderio, quella mentalità vincente. E, per quanto mi riguarda, so di avere quella mentalità vincente. Penso che qualcuno abbia detto di me ‘sta arrivando alla fine della sua carriera’, ‘non ha più quella fame’. Non sono affatto io, ho ancora quella mentalità vincente, quell’atteggiamento da vincente, quella voglia e voglia di andare a vincere. Avere l’opportunità di tornare in questo club è fantastico per me e voglio solo mettermi al lavoro e portare le mie qualità e la mia esperienza in una squadra giovane. Non so se diventerò una figura paterna… Non sono qui solo per essere in questa la squadra, voglio venire qui e giocare. La competizione per il posto da titolare l’ho fatta in ogni club in cui ho giocato, quindi sono semplicemente felice di essere tornato qui, di sfidare i giocatori che erano qui la scorsa stagione portando le mie qualità e la mia esperienza in questa squadra”.