Champions League: le probabili formazioni di Juventus-Porto

Per il ritorno della gara contro il Porto, la Juventus torna al 4-2-3-1. In attacco si rivedono Mandzukic e CuadradoChiellini in forse.

La Juventus di Max Allegri si appresta ad affrontare Porto nella partita di ritorno degli ottavi di Champions League. I bianconeri hanno ipotecato il passaggio nel turno già all’andata, e oggi sono chiamati a difendere il duplice vantaggio acquisito in Portogallo. E le statistiche sono dalla loro parte. Infatti, sono solo due i casi in cui una squadra è riuscita a ribaltare la sconfitta dell’andata ed a qualificarsi. Si tratta del Panathinaikos e dell’Inter, che rispettivamente contro Ajax (1996) e Bayern Monaco (2011), riuscirono a capovolgere il risultato dell’andata e a centrare la qualificazione.

ALLEGRI: “MARCHISIO GIOCA, CHIELLINI? VEDREMO”

QUI JUVENTUS- Lo Stadium ormai è un vero e proprio fortino, dove poche squadre arrivano con la speranza di fare risultato. Per non lasciare nulla al caso, Max Allegri sceglie la formazione migliore. Dentro Marchisio dal primo minuto, al suo fianco ballottaggio KhediraPjanic; per Sturaro ancora niente da fare. Anche Chiellini ha recuperato dagli acciacchi fisici e sarà della partita, da vedere se partirà titolare o si accomoderà in panchina. In tal caso a sostituirlo sarà Rugani, con Benatia ancora in forse. In attacco si rivedono Mandzukic e Cuadrado, entrambi assenti nella sfida con il Milan. I due formano con Dybala il terzetto offensivo dietro al “Pipita” Gonzalo Higuain.

pjaca gol
Marko Pjaca, match-winner della gara d’andata, partirà ancora una volta dalla panchina

QUI PORTO- Come ha ammesso lo stesso Allegri, “la partita contro il Porto presenta molti rischi, non pensiamo al 2-0 dell’andata”. Della stessa idea sarà sicuramente Nuno Espirito Santo, che con il suo Porto arriva a Torino per fare l’impresa e ribaltare il risultato. Per la gara dello Stadium, i lusitani dovranno fare a meno di Telles (squalificato) ma potranno contare su Andrè Silva (sostituito nel primo tempo a causa dell’espulsione di Telles). Per ribaltare lo 0-2 dell’andata, Espirito Santo conferma il 4-3-3 con poche variazioni rispetto al match del do Dragao. A centrocampo Herrera prederà il posto del giovane Ruben Neves, mentre il tridente offensivo sarà composto da Brahimi, Andrè Silva e Tiquinho, con Oliver Torres che inizierà dalla panchina.

JUVENTUS-PORTO (2-0), ORE 20.45
  • JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Licthsteiner, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Marchisio, Khedira; Cuadrado, Dybala, Mandzukić; Higuain. All. Allegri
  • PORTO (4-3-3): Casillas; Maxi Pereira, Felipe Augusto, Marcano, Layún; Herrera, Danilo Pereira, André André; Andrè Silva, Francisco Soares, Brahimi. All. Espirito Santo

ARBITRO: Ovidiu Hategan (Romania)