Juventus, Chiellini: “Mi sarebbe piaciuto giocare in Inghilterra. Spero Raiola ci lasci de Ligt ancora un po’”

giorgio-chiellini

Il capitano della Juventus, Giorgio Chiellini, è stato intervistato ai microfoni di Dazn e ha rilasciato lunghe dichiarazioni in merito ai suoi compagni di squadra in bianconero, ritornando anche sull’addio di CR7 in estate. Di seguito riportiamo le sue parole.

Sulla sua carriera

“Mi ritengo tanto fortunato per gli anni alla Juve, sono pochi quelli che ci sono rimasti così tanto. Mi piace viaggiare, conoscere culture, mi sarebbe piaciuto giocare in Inghilterra, conoscere il tedesco e lo spagnolo, poi però mi guardo indietro e capisco di esser stato fortunato a fare questa carriera”.

Su Dybala

paulo-dybala

“Ha tutte le carte in mano, è un ragazzo che ce la sta mettendo tutta. L’addio di Ronaldo può liberare spazio per le sue caratteristiche tecniche e morali così che si prenda la squadra”.

Su De Ligt

“Può essere il successore della BBC, fosse stato italiano sarebbe stato più facile trattenerlo, ma mi auguro che Mino Raiola ci faccia il piacere di lasciarlo ancora per un po’ di anni a Torino. La differenza la fa con la testa: ha 22 anni e la mentalità di uno di 30 che si vuole migliorare ogni giorno”.

Su Cristiano Ronaldo

cristiano-ronaldo

“È stato un passaggio importante per la storia della Juve e rimarrà un momento di upgrade per quanto riguarda il brand, adesso la Juventus a livello mondiale è sempre più riconosciuta. Calciatori come lui sono entità talmente importanti che vivono una vita diversa, Cristiano non può nemmeno andare a fare un giro in centro a Torino. Che potesse andare via l’avevo capito, voleva nuovi stimoli e una squadra che giocasse per lui. Qui era nato un programma di ringiovanimento, lui voleva pensare più al presente che al futuro. Sarebbe stato meglio se fosse uscito prima, abbiamo avuto un piccolo shock pagato in termini di punti nelle prime partite”