Europa League, Lazio appesa ad un filo: con il Cluj servono 3 punti

Finché c’è vita c’è speranza. Questo dev’essere il motto che Simone Inzaghi deve inculcare alla squadra in vista della partita di Europa League con il Cluj. La Lazio, per qualificarsi ai sedicesimi, ha infatti bisogno prima di tutto di una vittoria stasera, per poi sperare in un aiuto dal Celtic già qualificato all’ultima giornata contro gli stessi rumeni. Con annessa vittoria delle aquile a Rennes. Combinazioni abbastanza complicate, ma abbiamo imparato ormai che in Europa tutto è possibile. Al campo dell’Olimpico il verdetto.

cluj-lazio

I momenti delle squadre

I biancocelesti, reduci dalla vittoria all’ultimo sospiro con il Sassuolo, affronteranno la squadra rumena con un discreto turnover: infatti, nel solito 3-5-2, in porta verrà schierato Proto; davanti a lui giocheranno Bastos, Vavro e Acerbi, mentre sugli esterni agiranno Lazzari e Jony; in mezzo al campo ci saranno Parolo, Cataldi e Berisha; Correa e Caicedo (che stringerà i denti) saranno le punte. Riposo per i tre top player Immobile, Milinkovic-Savic e Luis Alberto.

I rumeni, vittoriosi per 4-0 nell’ultima di campionato, punteranno alla vittoria per garantirsi la matematica qualificazione ai sedicesimi di finale. Per farlo la formazione allenata da Dan Petrescu scenderà in campo con un 5-3-2 molto abbottonato: fra i pali confermato Arlauskis; in difesa  Burca, Boli e Cestor sono i tre centrali, con ai lati Peteleu e Camora pronti a spingere; Bordeianu, Djokovic e Paun formeranno la cerniera di centrocampo, che faranno da supporto alle due punte Omrani e Deac.

Il precedente

L’andata in terra rumena non fu felice per i ragazzi di Inzaghi: arrivò infatti una deludente sconfitta in rimonta. Infatti al vantaggio iniziale di Bastos, risposero Deac ed Ormani, fissando il risultato sul 2-1. Riusciranno stavolta i laziali a portarsi a casa il risultato?