Lazio, Lotito: “Finale scudetto contro la Juventus? Lo accetterei”

claudio-lotito

In attesa di un quadro più chiaro per capire se la Serie A potrà veramente ripartire o meno, è sempre LazioJuventus. Questa volta è stato il Presidente della Lazio Claudio Lotito ad alimentare la sua voglia di ritornare in campo per competere per un sogno che si chiama scudetto. Proprio per questo ha lanciato, per così dire una nuova proposta: un unico scontro, uno spareggio per assegnare il tricolore tra la sua Lazio e la Juventus.

“Ripartire comunque ci penalizza”

allenamento-lazio

Intervistato a La Repubblica Lotito ha chiarito la sua posizione in merito a far ripartire o meno il campionato, ha dato una valutazione, negativa, sul progetto ipotetico playoff e ha lanciato una nuova idea che riguarda esclusivamente la sua squadra e la Juventus.

Andando in ordine, il patron biancoceleste è stato accusato più volte di essere troppo insistente per il ritorno in campo. Proprio in merito a ciò ha voluto chiarire: “Se non si gioca più io sono già in Champions e risparmio quattro mensilità di stipendi. Avrei la convenienza a non giocare, ma io ragiono di sistema. Altri no” e ancora -“Mi chiamano Lotito il virologo, lo scienziato, ma alla Lazio ho una struttura eccellente. Ho già tamponi e test sierologici. E ho fatto avere le mascherine anche a qualche presidente. A Formello ho il cardiologo, l’internista, l’otorino e l’urologo, perché cose come il varicocele una volta si scoprivano al militare. Sono in grado di fare la sanificazione anche subito, la mia azienda lavora negli ospedali” ha aggiunto.

Un giudizio il Presidente lo ha dato anche in merito ad un’idea che era circolata tempo fa, ma che tuttavia non ha trovato nessun riscontro: quella del playoff per assegnare il titolo. ”Oggi io sono a un punto dalla Juventus, e solo per Juve-Inter che…vabbè, l’avete vista. Ma all’andata contro la Juve ho vinto 3-1 e anche in Supercoppa l’ho battuta 3-1. E dovevamo ancora giocare il ritorno. Per equità, una squadra come l’Inter, che ha 8 punti meno di noi, o l’Atalanta, che ne ha 14 in meno, mi dica lei se devono essere coinvolte“. E poi a specifica domanda su un ipotetico spareggio scudetto contro la Juventus , risposta chiara e forte: “Lo accetterei, ma non mi sono mai posto il problema”.

E poi comunque un giudizio sul ripartire che porterà svantaggi in quanto se si dovrà riprendere tutti accuseranno un po’ il colpo: “Ripartire comunque in parte ci penalizza – aggiunge – Noi avevamo fatto una scelta, ritenendo di non potercela giocare su tre fronti avevamo sacrificato l’Europa League, così avremmo giocato una volta a settimana mentre gli altri giocavano due volte. Se si ripartisse giocheremmo tutti due volte a settimana, perderemmo un vantaggio. Ma io ragiono nell’interesse di 20 club” mentre “nella testa delle persone c’è l’idea di bloccare le retrocessioni anche a costo di ritrovarci la Serie A a 22 squadre”.

Spadafora da rivedere

vincenzo-spadafora

Infine Lotito ha tenuto a dare un giudizio sul modus operandi del Ministro Spadafora che ha chiarito che prima del 18 maggio non ci sarà ripartenza : “E perchè una data è meglio di un’altra? Ha uno studio di cui non siamo a conoscenza? Il campionato ripartirebbe a porte chiuse, ci sarebbero 70, 80, forse 90 persone oltre alle squadre: basta fare i controlli anche a loro”. E sulle sedi delle partite: “A Roma e al centro-sud non ci sono problemi, se altri stadi non sono idonei una soluzione si trova, in fondo l’estate si va in ritiro, no?”.