Lecce, Corvino: “Rifiutate offerte irrinunciabili per Dorgu. Preso Pierret, arriva in estate”

Pantaleo Corvino, direttore dell’area tecnica del Lecce, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la consueta conferenza stampa di fine mercato e ha svelato numerosi retroscena, soffermandosi soprattutto sulle offerte per il giovane terzino classe 2004 Patrick Dorgu e sull’arrivo di un nuovo calciatore in vista della prossima stagione.

Le sue parole

“Ad inizio mercato mi sono seduto al tavolo con Trinchera. Quanto costerebbe migliorare Falcone, Gendrey, Gallo, Baschirotto, Pongracic, Ramadani, Kaba, Oudin, Almqvist, Banda e Krstovic? Tutto è migliorabile, l’importante è chiedersi quanto costerebbe questo miglioramento. A Strefezza abbiamo voluto bene, quando l’ho preso sono stato criticato. In un anno però ha realizzato un solo gol su rigore, non possiamo pensare all’aspetto affettivo. Chiudo sulla campagna acquisti: ho visto i colpi fatti sul mercato… Il Lecce avrebbe potuto prendere gente del calibro di Vitinha e Belotti?”.

La situazione legata a Balthazar Pierret?
“Questa volta posso confermare: sarà del Lecce dalla prossima stagione”.

Il nome di de Wit?
“Avendo Oudin e Rafia non potevamo pensare di comprarlo, non rientra nei nostri parametri”.

Cosa è accaduto con Lagerbielke?
“Abbiamo apprezzato la sua voglia di venire a Lecce. Quest’estate ci eravamo interessati, ma non potevamo accontentare le richieste esose dell’altro club e inoltre avevamo già Pongracic e Baschirotto in rosa. Successivamente Lagerbielke non si è trovato a suo agio e tramite il suo agente ci ha chiesto di venire a Lecce, ma noi avevamo comunque valutato Pongracic, Baschirotto, Touba ed Esposito come idonei già ad inizio gennaio”.

Il Milan si è interessato a Dorgu?
“A gennaio ho portato al presidente delle offerte scritte irrinunciabili. Aggiungo che ho avuto anche richieste non scritte incredibili, ma sono state tutte rifiutate”.