Il Barça va, Real ¿qué pasa? Il punto sulla terza giornata in Spagna

Marcelo Real Madrid 2017/18

Dopo la pausa per le nazionali caratterizzata dall’exploit della nazionale spagnola, capace di asfaltare Italia e Liechtenstein, si ricomincia nella mejor liga del mundo: attese al varco le madrilene e un Barcellona impegnato nel derby al sapor di referendum indipendentista.

REAL E ATLETI SI FERMANO ANCORA, MESSI-SHOW NEL DERBY

Tre su tre nonostante le scarse aspettative di inizio stagione e un clima da fine impero (con costante contestazione e raccolta firme contro il presidente Bartomeu): niente male per il Barcellona di Valverde. Mentre i blaugrana confermano la sua recente tradizione di goleade all’Espanyol nel derbi catalá, proprio nei giorni della festa cittadina della Diada, grazie ad un Messi straripante, le madrilene si fermano entrambe e vedono il Barça già a +4. Real Madrid infatti incredibilmente bloccato sul pari casalingo dal neopromosso Levante: rocambolesco vantaggio ospite da fallo laterale, quindi pareggio madridista viziato da un netto fallo di Ramos, a seguire note negative a margine tra cui l’infortunio di Benzema (bene Bale da punta però) e l’ennesima espulsione di questo inizio stagione (Marcelo). Non sorridono neanche i cugini colchoneros: l’Atletico Madrid non impensierisce praticamente mai Neto, numero uno di un Valencia ancora solidissimo, dopo il pari con il Real, grazie alla cura Marcelino.

VOLA LA REAL SOCIEDAD, NO PROBLEM IL SIVIGLIA

In testa alla classifica, a pari punti con il Barcellona, troviamo l’incredibile Real Sociedad di Eusebio: tanti gol e un calcio stupendo con tanti interpreti di grande qualità. A La Coruña, i txuri-urdin baschi sono già sopra di due gol dopo quattro minuti; alla fine vincono 4-2 nonostante la momentanea rimonta del Depor grazie ad un gol da cineteca di Adrian. Ai piani altissimi della classifica anche il Siviglia del Toto Berizzo, che passeggia sull’Eibar sfoggiando un calcio di lusso nella ripresa. Meno spettacolare ma altrettanto efficace l’Athletic Bilbao del neoallenatore Ziganda, ancora inviolato (unica squadra insieme al Barcellona), che batte 2-0 il Girona con l’eterno Aduriz in gol. Si sblocca invece Bacca e con lui il Villarreal, inchiodato ancora a zero, nonostante la buona campagna acquisti, prima del 3-1 che affonda il Betis, altra delusa di questo inizio stagione: il primo gol amarillo del colombiano è una papera evidente del portiere Adan e dà il via alla rimonta dopo il vantaggio biancoverde di Sergio Leon.

ALAVES E MALAGA ANCORA A ZERO

Il Leganes spreca l’occasione di andare clamorosamente a punteggio pieno perdendo malamente in casa con il Getafe nel derby del sud di Madrid: due gol da fuori area fanno volare la formazione neopromossa, ai padroni di casa non basta il gol di Guerrero, protagonista poi in negativo con un rigore assegnato nonostante la sua simulazione ma fallito dallo stesso. Nei due scontri di fondo, Celta Vigo e Las Palmas muovono la classifica a danno rispettivamente di Alaves e Malaga. Per il Celta di Unzué, decide il solito Maxi Gomez, tre gol nelle sue prime tre partite spagnole della carriera; per il Las Palmas fanno la differenza le bocche di fuoco di Viera, Calleri e Remy.

VILLARREAL – BETIS SIVIGLIA 3-1 (32′ Bacca, 61′ Castillejo, 77′ Enes Unal – 11′ Sergio Leon)
CELTA VIGO – ALAVES 1-0 (34′ Maxi Gomez)
ATHLETIC BILBAO – GIRONA 2-0 (25′ Muniain, 53′ Aduriz)
DEPORTIVO LA CORUNA – REAL SOCIEDAD 2-4 (27′ Adrian, 50′ Andone – 3′ Juanmi, 4′ e 86′ Illarramendi, 83′ Llorente)
BARCELLONA – ESPANYOL 5-0 (26′, 35′ e 67′ Messi, 87′ Pique, 90′ Suarez)
SIVIGLIA – EIBAR 3-0 (46′ Ganso, 76′ Ben Yedder, 92′ Nolito)
VALENCIA – ATLETICO MADRID 0-0
REAL MADRID – LEVANTE 1-1 (36′ Lucas Vazquez – 12′ Ivi)
LEGANES – GETAFE 1-2 (65′ Miguel Guerrero – 39′ Arambarri, 83′ Alvaro Guerrero)
MALAGA – LAS PALMAS 1-3 (48′ Diego Gonzalez – 45′ Viera, 69′ Calleri, 88′ Remy)

Barcellona, Real Sociedad 9; Siviglia, Athletic Bilbao 7; Leganes 6; Atletico Madrid, Real Madrid, Levante, Valencia 5; Getafe, Girona 4; Celta Vigo, Villarreal, Las Palmas, Betis, Eibar 3; Deportivo, Espanyol 1; Malaga, Alaves 0.