Lione, Aulas si racconta: “Da Gonalons a Tolisso, vi dico tutto”

In 30 anni da presidente del Lione, Jean-Michel Aulas ne ha viste tante. I ‘suoi’ ragazzi hanno dominato per lunghi tratti il calcio francese portando alla ribalta numerosi talenti di livello assoluto, uno su tutti Juninho Pernambucano, quello che forse resta il miglior battitore di calci piazzati di sempre.

Il sessantottenne imprenditore transalpino si racconta a La Gazzetta dello Sport, toccando diversi temi di attualità calcistica e svelando alcuni curiosi retroscena.

GONALONS ALLA ROMA

“La Roma con Gonalons ha fatto un grande colpo: è un giocatore molto affidabile, protagonista di un lungo ciclo da noi”.

L’ATALANTA, AVVERSARIA IN EUROPA LEAGUE

“Sappiamo che l’Atalanta è un’ottima squadra: non la sottovaluteremo perché è una realtà interessante. I nostri tifosi saranno contenti di volare a Bergamo, ci sarà una bella atmosfera. E, ovviamente, aspettiamo di accogliere gli atalantini a Lione. Spinazzola? Ho letto: se un giocatore è voluto dalla Juventus deve significare certamente qualcosa. Mi limito a dire che saremo felici di osservarlo da vicino”.

ANDREA AGNELLI NUOVO PRESIDENTE DELL’ECA

Agnelli era il candidato migliore per la presidenza dell’ECA. L’ho appoggiato completamente perché, anche nella gestione della sua squadra, riesce a mettere insieme l’economia, intesa come attenzione ai bilanci, e i risultati sportivi”.

TOLISSO E LA JUVENTUS

“Erano molto vicini, ma la scorsa stagione. In questa non hanno manifestato un particolare interesse. Evidentemente, hanno cambiato obiettivo”.