Luis Alberto: “Ho parlato con il Cadice, ma la Lazio non vuole cedermi. Sogno di terminare la carriera in Spagna”

luis-alberto
Luis Alberto - Foto Antonio Fraioli

Luis Alberto ha rivelato un’interessante retroscena di mercato ai microfoni di DAZN al termine di Sassuolo-Lazio, gara valida per la diciottesima giornata di Serie A. Il centrocampista ha fornito un’ottima prova, risultando tra i migliori in campo e trascinando i suoi compagni di squadra alla vittoria. Arrivato nella Capitale nel 2016, il classe ’92 è stato spesso vicino all’addio e in questa finestra di mercato è stato accostato con grande insistenza al Cadice. A confermare le voci ci ha pensato lui stesso, che ha ammesso di aver parlato con il club spagnolo per tornare nel suo paese natale.

luis-alberto
Luis Alberto – Foto Antonio Fraioli

Le sue dichiarazioni

“Se avessi avuto problemi con la società non sarei qui da sette anni. Ho un ottimo rapporto con il presidente e il direttore sportivo e dopo la sosta ho parlato con il mister e abbiamo chiarito tutto. Non siamo migliori amici ma abbiamo un rapporto normale. Poi si vedrà, il mio desiderio è finire la carriera in Spagna. Ho parlato con il Cadice perché è la squadra del mio cuore, il presidente è mio amico, il direttore è mio fratello. Ho ancora due anni e mezzo di contratto qui e mi hanno detto che in questo momento la mia cessione è impossibile. Ma fin quando sarò a Roma darò tutto per la Lazio”.