Manchester City: in arrivo dalla Fluminense Kayky, “il nuovo Neymar”

kayky

Già da tempo il Manchester City aveva messo gli occhi su Kayky, il giovanissimo attaccante della Fluminense, ma in queste ultime ore le parti si sono avvicinate sensibilmente e la trattativa è in dirittura d’arrivo.

Chi è Kayky

Kayky da Silva Chagas è l’ultimo dell’innumerevole quantità di talenti che il calcio brasiliano sforna continuamente. L’attaccante della Fluminense è giovanissimo, addirittura classe 2003, ma nonostante ciò è già entrato nel giro della prima squadra. Ha esordito con la squadra brasiliana il 14 marzo, quando disputò 31 minuti contro il Flamengo. Kayky però si è fatto conoscere dal mondo soprattutto nelle ultime due partite giocate, nelle quali ha realizzato due gol, uno di questi saltando mezza difesa avversaria. È un’ala destra ed essendo mancino ama giocare lì, per poi accentrarsi sul suo piede preferito. Oltre all’enorme tecnica, possiede una grande velocità, il che lo rende imprendibile per le difese avversarie. Date le sue caratteristiche, il paragone con la stella del PSG Neymar è inevitabile.

kayky-fluminense

Le voci sul trasferimento al Manchester City

Gli scout del Manchester City stanno visionando Kayky da moltissimo tempo e, intravedendo le qualità di un futuro campione, hanno deciso di trattare subito con la Fluminense, bruciando la concorrenza di moltissimi top club europei. La trattativa sembra ormai conclusa, con il club inglese pronto a sborsare 10 milioni di euro più altri 7/8 di bonus in seguito alle prestazioni del ragazzo e della squadra di Guardiola e la Fluminense avrà una percentuale del 20% sulla futura rivendita del calciatore. Il contratto sarà di cinque anni. Kayky però non sbarcherà subito in Inghilterra, ma ci sarà ancora da aspettare. Arriverà nel giugno del 2022, quando compirà 18 anni. Gli affari tra Manchester City e Fluminense non si fermerebbero qui, infatti c’è la possibilità che nella trattativa venga inserito anche il centrocampista diciassettenne Metinho.

Cosa ostacola la trattativa

L’unico intoppo in questa trattativa è però legato alle questioni politiche. Con l’uscita dell’Inghilterra dall’Europa sono cambiati anche alcuni parametri riguardo i trasferimenti: Kayky dovrebbe arrivare ad ottenere un punteggio minimo di 15 basato su un sistema che calcola il numero di partite ufficiali disputate con club e nazionale. Attualmente il giovane brasiliano non soddisfa questi requisiti. Per risolvere questa situazione, il Manchester City è pronto a chiedere una deroga alla Football Association. In questo modo l’arrivo di Kayky sarebbe possibile perché verrà presentato come un trasferimento utile ad aumentare il valore e il tasso tecnico e qualitativo della Premier League.

kayky-fluminense