Milan, Ibrahimovic è tornato: ora 14 giorni di isolamento e allenamenti individuali

zlatan-ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic è tornato a Milano. Come promesso, l’attaccante rossonero rientra finalmente in Italia dopo settimane lontane dal Bel Paese.

Poco dopo lo scoppio dell’emergenza Coronavirus il calciatore aveva infatti deciso di tornare in patria. E in tutte queste settimane Zlatan non si è mai davvero fermato, al contrario. Rispettando le disposizioni svedesi che permettono gli allenamenti all’aperto e senza restrizioni, l’attaccante del Milan ha continuato a lavorare nel centro sportivo professionistico dell’Hammarby, club di cui è socio di minoranza.

zlatan-ibrahimovic-theo-hernandez

Prima la quarantena, poi Milanello

Dopo essere approdato a Milano, Ibrahimovic dovrà osservare i 14 giorni di isolamento previsti dal Governo e dedicarsi agli allenamenti individuali. Dopo di ché, una volta eseguiti i controlli di routine, potrà ricongiungersi al gruppo ed allenarsi a Milanello.

È pur vero però che lo svedese aveva deciso di non rientrare in Italia poiché in attesa di certezze, soprattutto inerenti al protocollo di sicurezza della FIGC per la ripresa degli allenamenti. Protocollo che pare sia stato approvato dal Comitato Tecnico Scientifico, eppure le certezze sembrano ben poche.

Ciò che è certo, invece, è che il Milan potrà contare sul suo fuoriclasse. Governo permettendo.