Milan, Pioli non si tocca fino a giugno: gli scenari per il futuro rossonero

stefano-pioli

Il Milan continua credere fortemente nell’operato di Stefano Pioli. Nonostante l’inizio di 2023 nero e senza nessuna gioia, la dirigenza rossonera ha sempre escluso categoricamente di pensare ad altri profili per la panchina. Il tecnico emiliano, quindi, gode della stima immensa di Paolo Maldini e di Frederic Massara, i quali intendono proseguire con la schiena dritta e con lo sguardo riposto in avanti insieme a Pioli. A fine stagione si tireranno le somme ed ognuno farà le proprie valutazioni: certo, il piazzamento in Champions League per un club come il Milan è sempre stato e anche questa volta sarà fondamentale per analizzare la stagione.

paolo-maldini-frederic-massara-stefano-pioli

Milan, avanti con Pioli fino alla fine della stagione: la Champions sarà determinante

Il pensiero costante del Milan di Pioli dovrà essere esclusivamente quello di centrare il posto utile per la qualificazione alla prossima Champions League. Il gennaio e l’inizio febbraio tenebrosi del Diavolo dovranno essere messi da parte: bisogna, infatti, lottare per il entrare nei primi quattro posti della classifica di Serie A e ci sarà da affrontare un ottavo di finale di Champions League ricco di fascino contro il Tottenham. La stagione non è assolutamente finita, anzi. Per affrontare le prossime importanti sfide il Milan avrà come suo condottiero Stefano Pioli senza alcun dubbio. Infatti, secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, la dirigenza rossonera ha confermato il tecnico sempre e lo continuerà a fare fino al prossimo giugno.

paolo-maldini

Milan, i tre profili che piacciono a Maldini in caso di successione

Ovviamente a stagione conclusa si tireranno le somme. Il piazzamento in Champions League rappresenterà uno snodo cruciale per il destino di Pioli che confida di recuperare la guida della squadra per compiere una seconda parte di stagione da vecchio Milan. Se così non dovesse accadere le strade per la separazione potrebbero diventare via via più ampie con il nome del successore da trovare. Al momento la società non vuole pensare a questo tipo di ipotesi, ma concentrarsi esclusivamente al campo e ai risultati che dovranno arrivare. Nella testa di Maldini ci sarebbero comunque tre profili italiani “alla Pioli“: Gasperini, Italiano e Roberto De Zerbi.