Milan, è ancora scontro con Raiola: “Niente Russia per Niang”

M'Baye Niang, Milan 2017/18

Tra Mino Raiola e la nuova società rossonera non corre buon sangue, ormai sembra palese. La nuova querelle riguarda il futuro di Mbaye Niang: il giocatore non rientra più nei piani tecnici dei rossoneri ed è stato individuato come uno dei principali candidati per alimentare le casse del club. Lo Spartak Mosca aveva avanzato un’offerta irrifiutabile per il Milan, che aveva subito accettato entusiasta, salvo poi incappare nel rifiuto del giocatore, che vuole solo il Torino, il quale però non si avvicinerà nemmeno alle cifre dei russi. Quindi la situazione si è inasprita con il certificato medico che esonera Niang dagli allenamenti della squadra per i prossimi giorni; adesso le parole di Raiola cercano di far luce sulla questione.

“NON C’È CON LA TESTA, PER ORA NIENTE RUSSIA”

Riguardo al certificato medico per problemi psicologici, l’agente del giocatore precisa a Sky Sport: “Montella ha detto che non si allena perché non c’è con la testa, è arrivato il certificato che non c’è con la testa. Quindi ha ragione Montella”. Sul futuro del suo assistito spiega poi: “Come si esce da questa situazione? Non lo so, cerchiamo di lavorare per la soluzione che possa andare bene a tutti. Russia? Per adesso il ragazzo non vuole andare e credo si debba rispettare la sua scelta, come quando uno rispetta le scelte di rimanere”.