Ministro Spadafora: “Il protocollo presentato dalla FIGC non è ancora sufficiente”

vincenzo-spadafora

Dopo la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che ovviamente si è espresso anche sugli sport collettivi compreso il calcio, arrivano le dichiarazioni di Vincenzo Spadafora. Il Ministro dello Sport è stato intervistato in diretta a Che Tempo Che Fa.

“Io non ce l’ho con il calcio”

“Il 18 maggio riprenderanno gli allenamenti degli sport collettivi? Sì, ma dovremo arrivare al 18 maggio in condizione di sicurezza. In questi giorni c’è un tentativo maldestro di presidenti di Serie A di calcio di trasformare la nostra prudenza in una capacità decisionale o per penalizzare il calcio: questa è una ripresa graduale e deve essere tale. La FIGC ha presentato un protocollo e il Comitato Tecnico Scientifico ha detto che non è ancora sufficiente: ci vorranno altri approfondimenti. Rispetto il mondo del calcio, ma c’è da fare chiarezza”.

vincenzo-spadafora

E poi: “Il mio interesse è che tutto lo sport riprenda nel migliore dei modi: all’estero la Liga non si sa se riprende, in Olanda il campionato è stato sospeso definitivamente e in Germania monitoreranno. Comprendo le esigenze della Lega Serie A che si arrabbierà dopo questo collegamento: io non ce l’ho con il calcio, ma è nel mio interesse far sì che lo sport riparta in sicurezza. Domani incontrerò il Comitato Tecnico Scientifico per valutare tutti i protocolli del caso, di tutti gli sport”.