Napoli, Verdi ha detto no e resta al Bologna: le alternative

Simone Verdi e il Napoli si sono visti, guardati, sfiorati e quasi uniti, ma – almeno in questa sessione di mercato – non vedremo il giocatore scuola Milan in azzurro. Eppure l’accordo col Bologna era stato trovato: 23 milioni più 2 di bonus, una cifra che risultava utile agli emiliani per andare forte su Manolo Gabbiadini.

DEULOFEU, LUCAS MOURA E – INDIETRO – POLITANO: CORSA A TRE PER NAPOLI

Maurizio Sarri, però, un esterno di livello continua a chiederlo: e allora ecco che all’ombra del Vesuvio torna forte il nome di Gerard Deulofeu, ora al Barça ma che tanto bene ha fatto in Serie A con la maglia del Milan. Contatti in corso così come per Lucas Moura, l’ultimo dei tre nomi (l’altro è Matteo Politano, anche se qui il Sassuolo non molla la presa) emerso cronologicamente e forse quello più “trattabile” venendo considerato dal PSG un esubero. Cristiano Giuntoli è al lavoro, svanito Verdi tocca battere un percorso tutto nuovo: Napoli aspetta e spera nel colpo da Scudetto. Lo riporta Gianluca Di Marzio.

FENUCCI: “OFFERTA MOLTO IMPORTANTE DEL NAPOLI, MA SIAMO FELICI DI TENERE VERDI”

Sono arrivate a tal proposito, mediante i microfoni di Sky Sport, le parole di Claudio Fenucci, amministratore delegato del Bologna: “C’era stata un’offerta molto importante del Napoli, adeguata al valore del giocatore, che noi stimiamo su cifre superiori a quelle lette in questi giorni sui media, e questa offerta avevamo il dovere di valutarla. Non si sono però realizzate le condizioni per la cessione, che erano tre: l’accordo col Napoli, l’assenso del giocatore, l’arrivo di un sostituto adeguato. Non realizzandosi queste condizioni, siamo felici di proseguire il nostro percorso tecnico con Verdi. Perché, come dissi proprio a Sky alla cena di Natale, il Bologna reputa importante mantenere il proprio telaio e lavorare per un obiettivo di crescita tecnica e sportiva”.