Rangnick ammette: “Approdo al Milan? Non sarebbe stato saggio”

ralf-rangnick

Dopo essere stato accostato per mesi al Milan, Ralf Rangnick, ex allenatore del Lipsia è tornato a parlare di ciò che è successo ai microfoni di Süddeutsche Zeitung. Il tecnico tedesco sembrava poter prendere il posto di Pioli sulla panchina rossonera del prossimo anno. La dirigenza invece ha deciso di continuare a puntare sul mister emiliano che ha firmato fino al 2022. Con lui il club sta cercando di blindare anche Ibrahimovic e Donnarumma.

La verità sulla trattativa

“​Il Milan da quando è ripreso il campionato ha fatto molto bene, con nove vittorie e tre pareggi, non sarebbe stato saggio andarci. Non importa da quale prospettiva si guarda tutto questo, se dalla mia o se da quella del club, non sarebbe stato saggio. Se mi mettessi nei panni dei milanisti, che si tratti di allenatori, direttori sportivi, giocatori o tifosi difficilmente avrei capito perché il Milan avrebbe voluto cambiare tutto dopo un periodo così positivo. ​Alla mia età sarebbe bello guidare un club che possa vincere titoli fin da subito. Nel quale non bisogna necessariamente costruire”.