Roma, Dzeko verso la rescissione: Belotti prima scelta per sostituirlo

edin-dzeko

Questa vissuta da Edin Dzeko sembra essere la stagione più strana delle ultime sei con la maglia della Roma. Tante le vicissitudini affrontate dal bosniaco che, alla vigilia della prima gara con l’Hellas Verona, aveva già le valigie in mano, pronto a partire per sposare la causa Juventus. Il mancato accordo per Milik da parte dei giallorossi ha poi fatto sì che l’ex Manchester City e Wolfsburg restasse nella capitale, dove ha però vissuto dei mesi non felici. Gli screzi con Fonseca, il coronavirus e la perdita della fascia di capitano hanno impedito lui di trovare quella continuità e quella centralità nella squadra che ha sempre avuto nell’ultimo lustro. Uno dei pochi gol “pesanti” concretizzato da Dzeko è giunto a metà aprile, in occasione di Roma-Ajax. Tutti questi aspetti, considerando anche il fatto che il 35enne guadagna circa 7.5 milioni di euro annui, potrebbero convincere i dirigenti di Trigoria ad optare per una separazione (questa volta definitiva).

Dzeko-Belotti

La situazione

Stando alle ultime indiscrezioni, il piano del dg della Roma, Tiago Pinto, sarebbe quello di arrivare ad una rescissione, anticipando di un anno la scadenza del contratto di Dzeko. Tanti i nomi sondati negli ultimi mesi per cercarne un degno sostituto. Tra questi, si segnala soprattutto quello di Andrea Belotti. Il giocatore granata è in scadenza nel 2022 e non pare intenzionato a discutere con Cairo per un eventuale prolungamento. Il “Gallo” piace da tempo alla Roma, la quale pare disposta ad offrire 40 milioni. Sull’ex Palermo, ormai 27enne e pronto al definitivo salto di qualità, c’è però anche l’interesse del Milan e di alcune realtà europee molto importanti quali Atletico Madrid e Chelsea. Il suo approdo in giallorosso non è sicuro; molto più scontata, invece, la partenza di quello che è divenuto uno degli attaccanti più prolifici ed emblematici della recente storia giallorossa. Seguiranno aggiornamenti