Serie A, top e flop della nona giornata

edin-dzeko

Con il posticipo della domenica sera tra Fiorentina e Lazio si chiude il nono turno del campionato di Serie A che verrà ricordato per la goleada dell’Atalanta contro l’Udinese e per lo stop contemporaneo di Juventus, Inter e Napoli.

Top

Atalanta

Nell’ultimo anticipo della giornata l’Atalanta, oramai consacrata tra i top club del calcio italiano, realizza uno storico 7 – 1 contro l’Udinese, goleada in cui spiccano la tripletta di Luis Muriel e il gol del giovanissimo Amad Traoré, primo 2002 a segnare in Serie A. Al di là del risultato quello che sta facendo la squadra di Gasperini ha del miracoloso: si trova davanti a squadre con fatturati di gran lunga superiori come Napoli, Roma e Lazio; a soli 3 punti in classifica dalla Juventus sta mantenendo una media di oltre 3 gol a partita, rischia l’uno contro uno, domina a centrocampo ed ha tratto vantaggio dalle batoste di Champions, che invece di abbattere il gruppo lo hanno fortificato.

Thiago Motta

Buona la prima all’esordio in panchina per l’ex centrocampista di Inter, PSG e Nazionale che con il 3-1 al Brescia porta il Grifone alla prima vittoria in questo campionato. La squadra genoana non parte nel migliore dei modi e al 34’ Tonali realizza una perla su punizione. Nel secondo tempo cambia tutto: l’allenatore brasiliano naturalizzato italiano sostituisce in ordine Radovanović, Leranger, Gümüş con Agudelo (46’), Pandev (58’), e Kouame (65‘) e per la prima volta in Serie A una squadra ha mandato in gol nello stesso match tutti e tre i giocatori subentrati!

Andrea-Pinamonti-Thiago-Motta

Marco Mancosu

Nel primo anticipo della giornata il Lecce blocca sull’1 a 1  la capolista Juventus, a decidere sono i rigori di Dybala e Mancosu. Proprio l’attaccante sardo sta vivendo un periodo di buona forma avendo collezionato ben 5 gol in campionato.

Flop

Milan

Il Milan non riesce a rialzarsi e cade ancora contro una Roma in emergenza infortuni ma che ha saputo approfittare al meglio degli errori (davvero tanti) della squadra di Pioli, che a livello di gioco non ha nulla da invidiare agli avversari ma si tradisce da sola con alcune palle perse elementari.

Sampdoria

Dopo l’ennesima sconfitta a Bologna per 2-1 la squadra del subentrato Ranieri ha perso per la prima volta nella sua storia 7 dei primi 9 turni di campionato, collezionando solo quattro punti in classifica ed è sempre più fanalino di coda in classifica. Solo 5 gol realizzati dalla squadra blucerchiata che, in questo avvio di stagione, non ha mai segnato nel primo tempo.

claudio-ranieri

Brozovic

Il pareggio dell’Inter in casa col Parma lo porta Marcelo Brozovic sulla coscienza, perché benché cresca nella ripresa il suo primo tempo è da buttare, con due regali belli e buoni agli avversari che fanno perdere all’Inter di Conte l’occasione di superare in classifica la Juventus.