Serie A: i Top e Flop della quinta giornata

Bentornati con il quinto appuntamento post-Serie A con OkCalciomercato ed i Top e Flop di giornata. Turno infrasettimanale pieno di insidie per i fantallenatori, con quasi tutte le formazioni rimaneggiate da un ampio turnover. Tante le sorprese, anche dell’ultimo minuto, ma che fortunatamente non hanno influito sul bel gioco e sullo spettacolo.

Sono 27 le reti totali, distribuite in 3 vittore casalinghe, 4 in trasfera e 3 pareggi. Tanti rigori (8), tanti bei gol e tante grandi giocate, ma anche errori grossolani e ben tre autogol, due identici.

Andiamo a rivivere insieme il meglio e il peggio di questa quinta giornata di Serie A.

TOP
DRIES MERTENS

Il ciclone Mertens si abbatte sull’Olimpico. 1-4 finale che non lascia spazio a recriminazioni, ma lascia solo un sapore amaro in bocca alla banda di Inzaghi, vittima di una serie di infortuni in difesa senza precedenti. Vittima soprattutto (ma non solo) di Dries Mertens. Da più di qualche partita il belga si è preso in mano la squadra, e con che risultati! Prima il rigore conquistato in Ucraina, poi tripletta comoda con il Benevento, ed ora un gol meraviglioso che mette i sigilli su una partita più che complicata. Impossibile da non notare una certa somiglianza con la rete di Diego Armando Maradona, guarda caso, sempre contro la Lazio.

lazio-napoli-mertens-ok-calciomercato-gif

SIMONE VERDI

Se l’Inter non è andata oltre il pareggio al Dall’Ara, il merito è anche, se non soprattutto, di Simone Verdi. Il 9 di casa si è reso protagonista di una partita sontuosa, a tutto campo, facendo il bello ed il cattivo tempo dell’attacco felsineo. Grandissima prestazione, condita da un gol splendido. Chissà che il passato rossonero abbia suscitato in lui un rigurgito anti interista, fatto sta che nell’anticipo di martedì, tra i vari Perisic, Icardi, Joao Mario, a brillare è stata la stella di Verdi.

bologna_inda_ok_calciomercato_gif

EDIN DZEKO

Tranquilli, non ci eravamo dimenticati di lui. Non sono passati inosservati i due gol al Verona, né tantomeno è passata inosservata la doppietta di Benevento. Doppietta che va a coronare una prestazione monstre: 11 tiri, 6 in porta, 4 key-passes, 2 legni, e due gol. Con quelli di ieri, per il gigante bosniaco fanno 5 in campionato.

benevento_roma_ok_calciomercato (1)
Solo la traversa può fermare Edin Dzeko. Stop e tiro con il piede “sbagliato” che a pochi riesce con tanta naturalezza.
FLOP
SIMONE SCUFFET

Torino corsaro alla Dacia Arena, grazie (o per colpa) dell’estremo difensore di casa. Più che colpevole sul primo gol granata, con un erroraccio in presa che ha spalancato la porta a Belotti. Vittima dell’autorete anche piuttosto comica di Halfreddson. Seconda presenza nei nostri Flop, non una stagione esaltante sin qui per Scuffet.

autogol_udinese
Direttamente dai peggiori incubi di tutti i portieri
FABIO LUCIONI E LORENZO VENUTI

Per questa volta ci permettiamo di fare uno strappo alla regola, ed assegniamo l’ambitissimo secondo posto dei nostri Flop alla premiata ditta Lucioni-Venuti. La coppia di centrali del Benevento, tanto affiatata da mettere a segno ben due autoreti, l’una la fotocopia dell’altra. Vedere per credere.

Uno...
Uno…
...e due
…e due
GONZALO HIGUAIN

Seconda presenza consecutiva nei nostri Flop per il centravanti bianconero. Un’altra occasione mancata per mettere a tacere le critiche, un’altra partita storta, che più storta non si può. Impreciso (solo 72% di passaggi riusciti), mai pericoloso (0 tiri in porta) e pigro (3 volte pescato in fuorigioco). Uno dei periodi peggiori di Higuain in bianconero.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: