Lo sfogo di Gasperini: “L’Atalanta dà fastidio a tutti, ci trattano da squadretta”

gian-piero-gasperini

Gian Piero Gasperini non è mai banale nelle sue dichiarazioni: nell’intervista a L’Eco di Bergamo, l’allenatore atalantino ha drizzato il sopracciglio contro i media che dipingono ancora, secondo il tecnico, l’Atalanta come una squadra mediocre, non dotata di quell’appeal sul mercato come le grandi del calcio europeo, nonostante i risultati sul campo parlino chiaro.

esultanza-atalanta

“La Champions è l’obiettivo primario. Siamo all’altezza delle big”

Al quotidiano bergamasco, Gasperini non ha nascosto il suo dissenso verso alcune valutazioni che sono state fatte negli ultimi giorni su alcuni dei suoi giocatori, e ha anche sottolineanto come l’avvenire della sua Atalanta sarà prospero e ricco di grandi soddisfazioni, esponendo anche i motivi per cui pensa questo. “Il club è cresciuto economicamente e in esperienza. E tra le concorrenti vedo problemi economici, mentre noi abbiamo bilanci fortissimi. Bene, ora si tratta di mettere a frutto questo vantaggio. Penso ai rumors di mercato sui nostri giocatori. Ci trattano ancora come la squadretta nella quale fare razzia, vogliono creare disturbo senza rendersi conto che qui il club e l’ambiente sono forti, molto forti. Per un motivo o per l’altro, diamo fastidio un po’ a tutti“.

Nonostante la concorrenza Gasperini non si nasconde e inquadra l’obiettivo primario che la sua rosa dovrà portare a frutto al termine del campionato: quel posto in Champions League, che vorrebbe dire più finanze e continuità del progetto. “Si giocava per la salvezza, poi per restare tra le prime dieci, adesso siamo lì con le big. E solo Inter e Juve forse hanno qualcosa in più, con le altre siamo competitivi, lo confermano le partite giocate. L’Atalanta gioca per tutto. Ma se proprio preferisco tornare in Champions League. L’Inter è andata, il Milan è a +4 e non sono pochi, la Juve è lì, il Napoli ora è accreditato, le romane sono un pericolo. E noi lì, tra tante corazzate mediatiche“.