Serie A: top e flop della ventinovesima giornata

Il ventinovesimo turno della nostra massima serie si apre con l’anticipo tra Torino e Inter che vede le due squadre dividersi la posta in palio dopo il 2-2 maturato in campo. Festeggia invece il Milan, che nell’altro anticipo del sabato supera il Genoa 1-0 grazie alla rete di Mati Fernandez. Vittorie domenicali invece per Juve (0-1 a Marassi contro la Sampdoria), Roma (3-1 in rimonta contro il Sassuolo) e Napoli (2-3 ad Empoli). Per la zona Europa si guadagnano i 3 punti anche l’Atalanta contro il Pescara (3-0) e la Fiorentina contro il Crotone (0-1). Per la zona retrocessione sconfitta anche per il Palermo in casa dell’Udinese (4-1). Ecco chi sale e chi scende in questa giornata.

TOP

Saponara – Da quando è a Firenze sembra che per lui stia funzionando la cura-Sousa. Non è ancora tornato ai livelli del primo periodo ad Empoli ma sta comunque dimostrando di poter essere decisivo, questa volta subentrando a Chiesa e regalando a Kalinic il pallone della vittoria con un assist stupendo a tempo scaduto.

De Paul – Ottima prestazione da parte del numero 10 dell’Udinese che sta piano piano crescendo ed entrando nei meccanismi offensivi della squadra bianconera. Il gol è una ciliegina su una grande partita, che lo vede protagonista in quasi ogni azione offensiva dei suoi.

Baselli – Erano mesi che il numero 8 stava passando un brutto periodo, complice anche il brutto rapporto del centrocampista con Mihajlovic. Ora sembra che questo periodo nero sia finito e con l’Inter lo dimostra alla grande, qualità, quantità e il gol che regala il momentaneo 1-1 ai suoi.

FLOP

Hart – Pessima la prestazione del portiere granata nella partita tra il suo Torino e l’Inter. Fa una brutta papera sul gol di Kondogbia non riuscendo a trattenere un tiro tutt’altro che irresistibile e risulta impreciso anche nell’uscita che permette a Candreva di firmare il 2-2.

Diamanti – Arrivato a Palermo quest’estate sperando che potesse essere l’uomo in più per centrare la salvezza non riesce mai ad essere decisivo, meno che mai ad Udine dove trova addirittura il cartellino rosso, complicando la speranza di rimonta dei suoi. Da uno con la sua esperienza ci si aspetta di più.

Perisic – Solitamente è uno dei top player della squadra nerazzurra, ma a Torino sembra quasi aver deciso di non scendere in campo. Si divora due occasioni d’oro che avrebbero potuto regalare i 3 punti alla sua squadra.